Oggi è martedì 13 aprile 2021, 2:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Il 14 luglio del 1911 la società "Zanetti" inaugurò un nuovo treno turistico che, partendo da Roma, avrebbe attraversato gli Appennini, diretto verso Milano.
I viaggiatori scelti per il battesimo del treno furono 106, scelti perlopiù tra i borghesi, più qualche familiare del personale de La Zanetti.
In una bella giornata estiva il treno partì da Roma, attraversando le campagne soleggiate a velocità ridotta, per permettere ai viaggiatori di godersi lo splendido paesaggio rurale. Il personale di bordo servì champagne e alcuni violinisti intrattennero i gentili ospiti, passando di carrozza in carrozza.

La tragedia arrivò inaspettata e improvvisa. Durante l’attraversamento di una zona collinare tra Emilia e Lombardia, il treno entrò in un lungo tunnel. Il tunnel si riempì all’improvviso di densa nebbia bianca, tale da inghiottire TUTTE le carrozze, e il treno svanì nel nulla con tutti i suoi passeggeri.
Solo un paio di viaggiatori si salvarono. Spinti da un senso opprimente e inspiegabile di pericolo, i due si buttarono dal treno prima che questi entrasse nella galleria. Si sa pochissimo dei due superstiti, ma è grazie a loro che la dinamica dei fatti è filtrata oltre il silenzio imposto (e pagato) da La Zanetti, che cercò in ogni modo di zittire l’episodio, che avrebbe probabilmente causato il fallimento prematuro della società.

Durante la Prima Guerra Mondiale il tunnel è andato distrutto in circostanze poco chiare, così nessuno ha potuto fare ulteriori indagini riguardanti il tunnel scomparso (che però, dal 1911 al 1915, non pare aver “divorato” nessun altro incauto viaggiatore).
.
Nei soli Stati Uniti ci sono decine di avvistamenti di treni fantasma (anche se forse si tratta di qualcosa di diverso, rispetto al La Zanetti).

Ma anche il La Zanetti, dopo il suo sconfinamento dimensionale, è diventato un ghost train, con tanto di segnalazioni in varie parti del mondo, quasi fino ai giorni odierni.
Il treno scomparso nel 1911 è stato avvistato dalle parti di Mosca, a Chernobyl (poco prima dell’incidente alla centrale nucleare), a Città del Messico, a Sebastopoli, in Norvegia e nei Balcani.
I singoli avvistamenti, riportati dai giornali locali, sono stati analizzati dai “cacciatori di misteri”, che hanno riconosciuto proprio il La Zanetti – ma solo per brevi istanti – sulle ferrovie di mezzo mondo
.
Dico “per brevi istanti” perché ogni volta che il treno ricompare lo fa per pochi attimi, salvo poi svanire di nuovo.
Chissà dove… :shock: :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 17:49 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 205
Immagine

ero indeciso se mettere questa o quella di "Ai confini della realtà" ma alla fine ho optato per questa. Magari pure The Philadephia experiment ci poteva stare bene... In effetti c'è l'imbarazzo della scelta.
Comunque era quasi più credibile quella dell'F-16 atterrato in autostrada :lol:

p.s. la notizia dove sarebbe?
p.p.s. se si fa copia e incolla, sarebbe buona norma citare la/e fonte/i, altrimenti poi chi legge pensa che di colpo hai imparato a scrivere


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 18:00 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Avete ragione.......................................
La notizia, ló trovata sul portale della "Plutonia Pubblications".

ML


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 18:03 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Ma ecco altri dettagli......... Stavolta dalla repubblica on line:
La scomparsa del locomotore avvenne il 14 luglio del 1911 quando La Zanetti inaugurò un nuovo treno turistico che, partendo da Roma si sarebbe diretto verso Milano.
I viaggiatori furono 106, fra borghesi e qualche familiare del personale de La Zanetti.
In quella bella giornata estiva il treno partì da Roma e attraversò gli Appennini a velocità moderata, per permettere ai passeggeri di godersi il peasaggio.
La scomparsa avvenne inaspettatamente durante l’attraversamento di un lungo tunnel. Esso si riempì all’improvviso di una densa nebbia bianca, tale da non far vedere più le carrozze, e il treno svanì nel nulla con quasi tutti i suoi passeggeri. Infatti solo due viaggiatori si salvarono, che spinti da un senso di pericolo si buttarono dal treno prima che questi entrasse nel traforo.
Non si sa molto dei due superstiti, ma è grazie a loro che si conosce la dinamica dei fatti, che La Zanetti avrebbe per sempre nascosto.
Durante la Prima Guerra Mondiale il tunnel andò distrutto.
Ancora nessuno sa che fine hanno fatto i passeggeri e il treno stesso, ma negli ultimi tempi molti hanno affermato l'esistenza del treno prodotto da La Zanetti, tramite diversi avvistamenti dalle parti di Mosca, a Chernobyl (prima dell’incidente alla centrale nucleare), a Città del Messico, a Sebastopoli, in Norvegia e nei Balcani.
Chissà se prima o poi si scoprirà la verità sul locomotore scomparso prima della prima grande guerra...................


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 19:33 
Non connesso

Iscritto il: domenica 14 marzo 2010, 21:37
Messaggi: 1671
Località: Faenza
Taurus484 ha scritto:
... Durante l’attraversamento di una zona collinare tra Emilia e Lombardia, il treno entrò in un lungo tunnel. ...

Il bello delle fake news (ma forse è solo una fake old), è che sfrontatamente non si trattengono dal fare affermazioni esattamente contrarie alla realtà.

In questo caso affermano l' esistenza di una lunga galleria sulla linea storica Bologna - Milano, galleria mai esistita.
Essa, invece, esiste oggi, in zona Fontanellato e fà parte del tracciato della Bo - MI AV.

Altrimenti, lo si potrebbe spiegare così :
le carrozze a tre assi, molto in uso agli albori della ferrovia, sono assai rigide sul piano verticale. Per questo erano calcolate come un arco di cerchio, con l' asse centrale leggermente alzato. Questo per adattarsi meglio alla curvatura terrestre.

Essendo, però, la Terra, piatta, non funzionarono come atteso, innescando, con l' asse semisollevato, una deformazione spazio temporale che ne fece scomparire parecchie.


Potrei avere qualche ritrosia a scrivere questo, temendo che qualcuno, volutamente sprovveduto, ci creda.
La scrivo, invece, perchè neppure la più limpida e semplice delle verità potrà convincere i volutamente sprovveduti.

Per volutamente sprovveduti intendo le persone convinte del fatto che, pensando solo cose facili, ci si semplifichi la vita e si evitino scelte e ragionamenti difficili.
E faccio subito un esempio.
Stiamo raccogliendo un oggetto da terra.
Ci rialziamo da accovacciati.
Tutto bene ?

Se siamo sotto una mensola di marmo che avevamo momentaneamente dimenticato, diamo una testata che ci farà male per almeno un quarto d' ora.
Segno che il nostro convincimento, di per sè, non è esaustivo.
Occorre sempre confrontarsi con la realtà.


Dai, Taurus, non ti far affascinare da queste cose finte.

Stefano Minghetti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 21:03 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
TANTI siti ne parlano sig. Stefano....................... Lo volete un esempio.

Molteplici sono le PROVE a sostegno dell’esistenza di fenomeni ed eventi che sembrano andare oltre il senso comune della ragionevolezza . Eppure, gli scienziati stanno cercando di comprendere in qualche modo l’aspetto di un fenomeno paranormale particolarmente inquietante che tra gente dei diversi angoli della Terra continua ad essere mistificato come qualcosa di terrificante e misterioso .Secondo alcuni studiosi di fenomeni paranormali, alcuni treni sarebbero scomparsi inspiegabilmente in dimensioni parallele, risucchiati dall’apertura accidentale di vortici spazio-temporali la cui presenza sulla Terra è stata avvalorata anche dagli scienziati della NASA . Secondo una leggenda metropolitana, questi treni non si fermerebbero alle stazioni per pigliare a bordo i passeggeri in attesa di intraprendere il loro lungo viaggio. Se qualora qualcuno di loro deciderebbe di salire a bordo del terrificante treno la sua fine sarà alquanto terribile poiché il suo destino sarà quello di svanire nel nulla insieme con l’intero treno fantasma. Un caso particolarmente inquietante è quello avvenuto il 14 giugno, 1911, quando una società italiana, la”Zanetti”, aveva organizzato una campagna pubblicitaria per annunciare un nuovo tipo di escursione da farsi a bordo dei loro treni. Per pubblicizzare la compagnia ferroviaria, gli organizzatori decisero di regalare un giro di prova ai più ricchi rappresentanti della comunità civile collocata ai vertici alti su scala sociale. Quel pomeriggio, dalla stazione ferroviaria di Roma parti’ un convoglio composto da 100 passeggeri e un equipaggio di 6 manovratori. Durante il viaggio, i passeggeri erano particolarmente attratti dai paesaggi rurali che si offrivano a loro dai finestrini delle traballanti carrozze ferroviarie . Il viaggio prosegui’ regolarmente fino a quando il treno non giunse in prossimità dell’imboccatura di uno dei primi tunnel scavati nella montagna che in quel periodo storico rappresentava il massimo dell’ingegneria civile. Poco prima di scomparire nel buio del tunnel, i passeggeri ingannavano il loro tempo sorseggiando champagne e condividendo tra loro frivoli pettegolezzi fino a quando il treno non giunse in prossimità dell’ imboccatura, ove rallentò rilasciando in aria una folata di fumo nero. Ripresa la corsa, il convoglio si inoltro’ all’interno dell’oscuro tunnel dove scomparve inspiegabilmente come se una forza immane lo avesse vaporizzato. Prima che il treno scomparisse all’interno del tunnel maledetto, due passeggeri ebbero l’intuito e la prontezza d’animo di saltare fuori dalle carrozze salvandosi così la vita. Uno di loro in seguito fu intervistato da un giornale dell’epoca al quale forni’ alcuni dettagli relativi al misterioso incidente. “Ho sentito uno strano ronzio poco prima dell’entrata del tunnel all’interno del quale si era alzata una strana nebbia bianca che sembrava serpeggiare intorno al treno che veniva letteralmente inghiottito all’interno di essa. E’ stata un’esperienza orribile nonostante fossi riuscito a salvarmi insieme ad un’altro passeggero saltando da una delle poche carrozze ferroviarie poco prima che la locomotiva entrasse nel tunnel. Entrambi siamo caduti rovinosamente sul duro terreno e questo è l’ultima cosa che ricordo dell’accaduto . “L’esplorazione del tunnel si rivelò una inutile perdita di tempo poiché non fu rinvenuto alcun indizio utile che potesse spiegare la ragione dell’improvvisa scomparsa del treno diabolico .L’incidente guadagnò molta popolarità a quei tempi al punto che i ferrovieri italiani si rifiutarono di percorrere quel particolare tratto di ferrovia. Da quel giorno le Autorità decisero di chiudere il tunnel fino a quando non sopraggiunse la seconda guerra mondiale, durante la quale una bomba alleata distrusse l’apertura della galleria al punto da rendere impossibile l’accesso all’interno di essa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 21 settembre 2020, 22:18 
Non connesso

Iscritto il: domenica 14 marzo 2010, 21:37
Messaggi: 1671
Località: Faenza
Come si fà a capire se una cosa è vera o no ?

Intanto si comincia a farsi domande.
Per esempio : ne parlarono i giornali dell' epoca ?

Esistono archivi di ogni giornale, anche di quelli che non esistono più.
Se non se ne trova traccia in essi, allora è una balla.

Dalla descrizione, pare che il tunnel sia stato individuato. Qual' è ?
Se non si sà qual è, allora è una balla.

E così via.

Poi, sai, i fenomeni paranormali non mi affascinano per niente.
Si rischia di correre dietro a cose inesistenti.
Sicuramente esistono fenomeni che non riusciamo ancora a spiegare, ma non saranno certo i paranormalisti a spiegarceli.


Stefano Minghetti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: domenica 27 settembre 2020, 21:00 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Questo caso, è stato dimenticato per molto tempo - per 80 anni. E, forse, non lo avrebbero mai più ricordato, se non fosse stato per una coincidenza ... Nel numero del quotidiano "Gloria di Sebastopoli" del 12 agosto 1992, fu pubblicato un articolo "Treno fantasma sulle strade dell'Ucraina". Si trattava di un misterioso treno che di tanto in tanto, come dal nulla, appariva a un passaggio a livello vicino al villaggio di Zavalichi, nella regione di Poltava. "Un fantasma di tre carrozze è apparso all'incrocio dell'ufficiale di servizio Elena Spiri-donovna Chebrets ... Il treno con le tende ben chiuse, le porte aperte e la cabina di guida vuota si muoveva in modo assolutamente silenzioso, schiacciando i polli che camminavano lungo la via." Lo studio di questo fenomeno è stato condotto dal presidente della commissione per lo studio dei fenomeni anomali presso l'Accademia delle scienze dell'Ucraina Vasily Leshchaty. Fu lui a proporre la versione secondo cui il treno fantasma è un treno scomparso nel 1911 in Italia e "in qualche modo passato nel tempo". Lavorando con i documenti, Bream ha scoperto un fatto interessante. Negli anni 1840, 104 italiani appasero a Città del Messico. Nel giro di una settimana finirono tutti in un ospedale psichiatrico, poiché affermavano di essere arrivati a Città del Messico da Roma in treno.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: domenica 27 settembre 2020, 21:03 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Raga non sò VOI, mà IO dopo che ho incollato la precedente, a momenti mela sto facendo sotto......


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Treno SPARITO in una altra DIMENSIONE
MessaggioInviato: lunedì 28 settembre 2020, 5:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 642
Sta a vedere che ci richiederanno il rimborso dei polli schiacciati..


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice