Oggi è mercoledì 14 aprile 2021, 10:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 94 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 19 ottobre 2020, 14:39 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
La figlia dello sceriffo (A Ticket to Tomahawk) è un film di genere western musical comedy del 1950 diretto da Richard Sale

Immagine

Immagine


Questa pellicola, che appartiene al folto gruppo di film ferroviari misconosciuti, è un classico western americano girato nel vecchio e glorioso Technicolor con tanto di cowboys, attacchi degli indiani, ed anche un cameo di Marilyn Monroe che qui appare in uno dei suoi primi ruoli.

Lo spettacolare scenario di A Ticket to Tomahawk accese l'interesse del pubblico per la linea Durango - Silverton della D&RGW, rendendola una popolare attrazione turistica del sud-ovest del Colorado.

Trama alquanto lunga per agevolare chi non mastica la lingua inglese.

Nel 1876 la Tomahawk and Western Railroad si sta espandendo attraverso le Montagne Rocciose del Colorado, ma alcuni operatori di diligenze, temendo una perdita di entrate, pianificano di sabotare la ferrovia. Johnny Jameson, un venditore ambulante, è l'unico passeggero della corsa inaugurale da Durango a Tomahawk del nuovo treno trainato dall'unica locomotiva della compagnia la n.1, una Ten-Wheeler di nome Emma Sweeny.

Durante il viaggio il conduttore avverte Johnny che alcuni malviventi assoldati dal colonnello Dawson, proprietario di una linea di stagecoaches locale, complottano per provocarne il fallimento. Un gruppetto di costoro capitanati dal killer Dakota, per bloccare il treno, provocano la caduta di un gigantesco masso sui binari.

Di conseguenza Johnny decide di prosegure a piedi per raggiungere la cittadina di Epitaph onde promuovere i suoi affari, e per denunciare il ritardo del treno. Ma Kit, nipote del locale sceriffo, un maschiaccio armato di coltello, sospettando che sia un componente della banda, gli ordina di lasciare la città prima del tramonto.

(Nella versione originale kit è la nipote dello sceriffo, ma misteriosamente in quella in lingua italiana diventa la figlia)

Raggiunta fortunosamente Epitaph, il macchinista Sweeny scopre che non è stato ancora posato il resto del binario per successive quaranta miglia, perchè le rotaie ordinate in Inghilterra sono andate perse in un naufragio. Inoltre l'imprenditore ferroviario Bishop lo avverte che il treno deve assolutamente raggiungere Tomahawk entro una scadenza che si avvicina rapidamente trasportando almeno un passeggero pagante, onde ottemperare alle clausole del suo contratto di franchising. Perciò, per raggiungere il prosieguo dei binari, ha organizzato il traino della locomotiva sulla nuda terra mediante una squadra di muli.

Kit ed un indiano di nome Pawnee vengono incaricati di scortarla fino a Tomahawk, alla carovana si aggregano il lavandaio cinese Long Time e Madame Adelaide con le sue quattro ballerine, Annie, Julie, Ruby, Clara ( Marilyn Monroe ) ed un musicista con una pianola.

Il colonnello Dawson persegue il suo piano: ordina a Dakota di unirsi ai sorveglianti, all'esploratore indiano, Black Wolf, di fomentare gli Arapaho locali, e ad altri membri della banda di far saltare in aria la locomotiva durante una sosta notturna.

Come sabilito, gli uomini di Dawson si presentano al bivacco sostenendo di essere incaricati di riparare le linee telegrafiche tagliate dagli Arapaho. Kit dà loro il permesso di dormire nell'accampamento. Johnny convince Madame Adelaide e le ballerine ad organizzare uno spettacolo, e lui stesso si aggrega alla performance musicale. Kit gradualmente ammorbidisce il suo atteggiamento ostile nei confronti di Johnny.

Quando tutti dormono, uno dei nuovi arrivati lancia candelotti di dinamite sotto la locomotiva. Johnny, che riposa lì accanto, sente l'odore della miccia accesa, allerta Kit che la taglia con un colpo di pistola e e poi disarma il malvivente, ma prima che costui possa parlare, Dakota lo uccide.

Qualche tempo dopo, la carovana giunge a poche miglia dal punto in cui il binario riparte, però gli uomini di Dawson fanno saltare un ponte bloccando la carovana che viene assalita dagli indiani. Durante il conflitto Johnny identifica il loro capo Arapaho, Crooked Knife, un suo amico che aveva già lavorato con lui in uno spettacolo western itinerante; pertanto lo contatta per trattare la pace.

Dato che il ponte ferroviario è fuori uso, Kit decide di smontare a pezzi la locomotiva e di trasportarla oltre le montagne; l'Emma Sweeny, spogliata della sua cabina, del fumaiolo, e di varie altre parti, viene trascinata sui rilievi dai muli con l'aiuto degli indiani. Quando la colonna raggiunge i binari, la vaporiera viene rimontata con la collaborazione di tutti.

Kit scopre le malefatte di Dakota che, smascherato, salta a bordo della locomotiva, tramortisce Johnny e costringe il fuochista ad avviarla, allontanandosi a tutto vapore da Kit e dal resto del gruppo. Lei lo insegue a cavallo, salta in cabina, Dakota la colpisce facendole perdere i sensi. Johnny si risveglia e, mentre lui e Dakota hanno lottano in cima alla cabina, Kit lancia il suo coltello contro Dakota facendololo precipitare in un burrone.

Poi Dawson e la sua banda tendono un'imboscata al treno in marcia, ma non riescono a raggiungerlo. Tuttavia riempiono di buchi la caldaia, così l'Emma Sweeny perde pressione e rallenta fino a fermarsi proprio in vista di Tomahawk.

Avendo udito gli spari un drappello di uomini esce dalla città per bloccare Dawson, costui tenta di fuggire, ma viene inseguito da Pawnee che lo elimina lanciandogli un tomahawk.
Poiché il treno si è fermato poco prima dei limiti della città, e mancano pochi secondi alla scadenza del contratto, Johnny convince il sindaco di Tomahawk ad estenderli fino a comprendere la locomotiva, salvando così la situazione.
Kit si è innamorata di Johnny, ma lui afferma di non contraccambiarla perché non può rinunciare alla sua vita di vagabondo, lei allora afferra il suo coltello e minaccia di ferirlo ad una gamba per impedirgli di abbandonarla.

Ed eccoci all'inevitabile lieto fine.

Alcuni anni dopo Johnny, sposato con Kit, è diventato conduttore del treno. La scena finale ce lo mostra zoppicante mentre saluta lei e le loro quattro giovani figlie, tutte battezzate col nome delle ballerine di Madame Adelaide: Annie, Ruby, Clara e Julie.


Location

Il film è stato girato lungo la tratta di Silverton dell'ex “Denver & Rio Grande Western Railroad”, considerata la "Hollywood delle Montagne Rocciose” perchè qui ne furono realizzati numerosi altri. Le riprese furono effettuate sulle alture di San Juan, una catena montuosa nel Colorado, a Silverton, all' Animas Canyon, e al vecchio ponte in legno (trestle bridge) sul Lightner Creek. Queste durarono circa sei settimane tra agosto e settembre 1949; la pellicola debuttò a Durango ed a Denver nell'aprile 1950.

Denver & Rio Grande Western Railroad

La Denver & Rio Grande Western Railroad ( DRGW ) era l'epitome delle ferrovie di montagna, il cui motto affermava: “Through the Rockies, not around them”. Al suo apice, a metà degli anni 1880, era la più estesa rete ferroviaria a scartamento ridotto ( 3 piedi - 914 mm ) del Nord America, annoverando 4.479 km di binari che collegavano gli stati del Colorado, New Mexico ed Utah.

Nel 1988 acquistò la “Southern Pacific Transportation Company” ed assunse il nome, più noto, “Southern Pacific Railroad”; poi fu acquisita dalla Union Pacific Railroad che attualmente ne gestisce le linee principali, tranne alcune secondarie di valore storico come la “Durango & Silverton Narrow Gauge Railroad” ( D & SNG ). Questa ferrovia è lunga 72,7 km, ed è considerata monumento storico nazionale, titolo attribuitole dall'American Society of Civil Engineers.

Il suo percorso fu aperto nel 1882 per trasportare minerali d'argento e d'oro estratti dalle montagne di San Juan. Tuttora è una delle poche ferrovie turistiche statunitensi ad utilizzare locomotive a vapore. Alcuni suoi materiali rotabili risalgono al 1880.
I treni operano tra Durango e Cascade nello stato del Wisconsin nei mesi invernali, e tra Durango e Silverton nei nei mesi estivi.

Immagine

Immagine

Filmati relativi

A Day on the Durango & Silverton Narrow Gauge Railroad
https://www.youtube.com/watch?v=0AzfcvmBozM

Durango & Silverton Railroad – Part 1, with Driver, Passenger and Line-side Views
https://www.youtube.com/watch?v=jVDNsH4YfDY

Durango & Silverton Railroad – Part 2, with Driver, Passenger and Lineside Views
https://www.youtube.com/watch?v=0HmbGc9vmvQ

Durango & Silverton Railroad – Part 3, with Driver, Passenger and Lineside Views
https://www.youtube.com/watch?v=V0OfCZna0c0

Return of the Durango and Silverton After the 416 Fire!
https://www.youtube.com/watch?v=Kiz87PDpXgE

Locomotiva

La protagonista è la ex Rio Grande Southern n. 20, una 4-6-0 Ten-Wheeler a scartamento 914 mm, costruita nel 1899 dalla “Schenectady Locomotive Engine Manufactory”, che poi nel 1901 assunse il nome di Alco.

Immagine

Immagine

E' senza dubbio la locomotiva più popolare mai posseduta dalla (RGS), originariamente immatricolata come F&C “Frankfort and Cincinnati Railroad “, nel film fu immatricolata n. 1 dalla fantomatica Tomahawk and Western Railroad (T&W). Attualmente, restaurata dalla Durango Railway Historical Society, è conservata nel “Colorado Railroad Museum” di Golden. Co.

Per le riprese assunse il nome “Emma Sweeny”, fu dipinta con colori sgargianti e con navi a vela a tre alberi disegnati su entrambi i lati del tender. Le venne montato un fumaiolo a forma di imbuto, un faro a petrolio, a forma di scatola sormontata da un paio di corna, fu collocato sull'originale elettrico.

Immagine

Immagine

Immagine

Per le riprese in primo piano ne fu allestita una replica in legno, che successivamente fu utilizzata nella popolare serie televisiva americana “Petticoat Junction”.

Immagine

Immagine

Il convoglio del film è composto dal RGS caboose 0409 con la scritta "Route of the Bloody Basin Cannonball", dal D&RGW flat car 1026, dal boxcar 3745 e dal combination car 212, tutti ridipinti.

Caratteristiche delle locomotive 4-6-0 Ten Wheeler:

• ANNI DI COSTRUZIONE: 1850-1923

• PRODUTTORI: Baldwin, Rogers, Illinois Central, Brooks, Alco, Pennsylvania Railroad, Canadian Locomotive Co, ed altri

• Attività: sulla maggior parte delle linee principali nel servizio passeggeri ad alta velocità e / o servizio merci a bassa velocità

• QUANTITÀ: 16.000

• STATUS: alcune si trovano in vari musei, e molte ancora operative, tra queste ricordo la Nevada Northern 40, e la Chicago e North Western 1385.

Il rodiggio 4-6-0 è stato la naturale evoluzione del 4-4-0 (tipo americano) allorchè le ferrovie ebbero la necessità di locomotive più potenti. Il primo esemplare fu costruito nel 1847 dai fratelli Norris per la “Philadelphia and Reading Railroad”. Le prime 4-6-0 erano abbastanza simili alle 4-4-0 dell'epoca, tranne per il fatto che erano un po'più grandi.
Tuttavia le Ten Wheeler dovettero soccombere alle Atlantic (4-4-2) e praticamente svanirono quando comparvero le più potenti Consolidations (2-8-0).

Modellismo

Alcune aziende hanno riprodotto la Rio Grande Southern n.20 in varie scale, fra queste rammento:

Berlyn Locomotive Works in scala G

Immagine

Immagine


United Models

Immagine

Immagine

Immagine

altre artigianali

Immagine

Immagine


Il flm in inglese

versione miglore
https://www.youtube.com/watch?v=YXLDm6W46kk


https://www.youtube.com/watch?v=WyUOjPr4mTE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 26 ottobre 2020, 17:53 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
L'ultimo treno da Mosca (Knight Without Armour) è un film inglese del 1937 tratto dal romanzo del 1933 di James Hilton. Diretto da Jacques Feyder, interpretato da Marlene Dietrich In Italia è stato distribuito con il titolo La contessa Alessandra.

Immagine

Trama

Nel 1913 l'inglese Ainsley Fotheringill, grazie alla sua perfetta conoscenza del russo, si reca a Mosca per ricoprire l'incarico di traduttore di narrativa. Qui, indagato dalla polizia per una versione ritenuta critica nei confronti dello stato, gli viene intimato di lasciare la Russia entro due mesi. Però un amico inglese, il colonnello Forrester, gli offre la possibilità di rimanere come spia infiltrata nel movimento rivoluzionario bolscevico con l'identità di "Peter Ouranoff". Ma lo informa che, in caso di cattura, non potrà ottenere alcuna assistenza dal parte del governo britannico.

Fotheringill, arruolato in una cellula guidata dal libraio Axelstein, viene coinvolto involontariamente in un fallito attentato al generale Gregor Vladinoff, ministro zarista e padre della protagonista contessa Alexandra. Per questo motivo viene arrestato e deportato in Siberia, proprio mentre la nazione si prepara all'entrata in guerra. Li diventa amico di Axelstein, ed in seguito allo scoppio della Rivoluzione d'Ottobre, viene liberato e rientra nella zona europea della Russia (Европейская часть России) al seguito della neonata Armata Rossa. Axelstein, nominato Commissario di Kalinsk, lo sceglie come suo assistente.

Nello stesso periodo, la contessa Alessandra Vladinoff sposa un aristocratico ufficiale che muore in guerra. La rivoluzione la sorprende nella sua tenuta di campagna che viene assalita dalla popolazione insorta, lei viene catturata e le sue proprietà razziate. A controllare la situazione arriva Axelstein che incarica Peter, che nel frattempo si è innamorato di lei, di liberarla e di portarla in treno a Pietrogrado per essere processata.

Scappando dalla folla inferocita, i due si dirigono a stento verso la stazione dove scoprono che nessun treno è in funzione. Allontanandosi, Peter ed Alexandra si imbattono in una moltitudine di persone che sta fuggendo dall'avanzata dell'armata bianca.

Vista l'occasione propizia, decide di attendere l'arrivo dei militari per affidarla ad un suo amico comandante delle truppe cosacche. l'Armata Rossa sopraggiunge e sconfigge i Bianchi il giorno successivo, ed Alexandra viene catturata nuovamente. Peter riesce ad ottenere l'accesso alla sua prigione, la libera ed insieme fuggono nei boschi per evitare i loro inseguitori. Si travestono da contadini e, fingendo di essere fratello e sorella, riescono a salire su un treno diretto a sud. Ma arrivati a Kazan, Alexandra viene riconosciuta da un funzionario comunista che incarica il commissario Poushkoff di condurla a Samara per confermare la sua reale identità.

Costui, affascinato dalla sua bellezza, ha pietà di loro e li fa fuggire
Gli innamorati salgono a bordo di una chiatta che viaggia lungo il fiume Volga, però Alexandra si ammala gravemente; per salvarla Peter cerca soccorso, ma viene arrestato dai Bianchi perchè privo di documenti. Nel frattempo un medico la trova e la fa trasportare su un treno della croce rossa in partenza per Bucarest.

Peter in procinto di essere giustiziato fugge alla stazione; qui sentendo un'infermiera fare l'appello dei feriti da mettere in salvo, si rende conto che lei è a bordo. Per raggiungerla si aggrappa alle carrozze in movimento invocando il suo nome, lei lo sente e grida "Qui!" mentre il treno li porta in salvo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Locations

Il film venne girato a Londra, dal luglio al novembre 1936, presso gli Denham Studios, Denham, Buckinghamshire, England, UK.

Locomotive

Nel settembre 1936 due locomotive 0-6-0 della classe J15 ex (GER Y14), immatricolate rispettivamente 7541 (costruita da Stratford Works nell'ottobre 1888 per la "Great Eastern Railway" GER class Y14 541), successivamente riclassificata LNER J15), e 7835, furono cedute dalla LNER alla London Film Productions per essere utilizzate in questo film. Portate negli studi di Denham, furono modificate esteticamente per sembrare locomotive russe.

Immagine

Immagine

Successivamente furono rivendute al Dipartimento della Guerra, ed operarono sulle linee dello Shropshire e del Montgomeryshire come WD 221 e WD 212.

Le Great Eastern Railway (GER) Classe Y14, costruite da Stratford Works (270) e da Sharp, Stewart & Co. (19), erano locomotive a vapore di rodiggio 0-6-0. Definite delle vere e proprie "domestiche tutto fare" furono progettate da T. W. Worsdell per essere utilizzate sia per il trasporto merci che per quello passeggeri. Entrarono in servizio nel luglio 1883, e riscossero un tale successo che continuarono ad essere costruite, con poche modifiche al progetto iniziale, fino al 1913 per un totale di 289 esemplari.

Raramente assegnate ad incarichi al di fuori dell'East Anglia, la loro demolizione iniziò nel 1947, e nel 1848 solo 127 furono consegnate dalla LNER alla British Rail, che le aggregò nella classe 60000. Il 16 settembre 1962 furono ritirati dal servizio gli ultimi quattro esemplari.

Immagine

La 7541 fu costruita da Stratford Works nell'ottobre 1888 per la "Great Eastern Railway" (GER class Y14 541), successivamente fu riclassificata LNER J15


Modellismo
Hornby ha riprodotto le J15 in versione LNER e BR

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Il film
Versione in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=1N7zj2bZlAI

Versione in italiano priva del finale
https://www.youtube.com/watch?v=AOsYZCyPkKE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 26 ottobre 2020, 18:26 
Non connesso

Iscritto il: martedì 22 agosto 2006, 17:59
Messaggi: 637
Accidenti che miniera di informazioni complimenti, anche queste cose fanno parte del nostro del nostro hobby ed è giusto che ci siano, ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 2 novembre 2020, 15:53 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Source Code " Bomba sul treno " è un film di azione e fantascienza del 2011, diretto da Duncan Jones.

Immagine

Trama

Colter Stevens, capitano e pilota di elicotteri dell'aeronautica statunitense, si sveglia su un treno della fantomatica “Chicago Commuter Rail”, CCR, (in realtà della “Metra") carico di pendolari diretti a Chicago. L'ultima cosa che ricorda è che stava volando in missione in Afghanistan. Scopre che alle altre persone sul treno, tra cui la passeggera Christina Warren, appare fisicamente come Sean Fentress, un insegnante.

Mentre cerca di capire cosa gli sia successo, sul treno si verifica una grossa esplosione causata da una bomba che uccide tutti i viaggiatori, e fa deragliare il convoglio.

Immagine

Quando riprende conoscenza, si rende conto di essere all'interno di una misteriosa capsula da cui non può uscire. Per altre due volte capita a Colter di ritrovasi a bordo del medesimo treno che salta in aria senza che lui possa fare nulla, e poi di risvegliarsi nuovamente nel medesimo abitacolo.

Mediante uno schermo viene contattato dal capitano dell'Air Force Colleen Goodwin. Da lei apprende di essere in un laboratorio segreto che fa parte del programma sperimentale chiamato Source Code, "codice sorgente" creato dal dottor Rutledge, uno scienziato militare. Source Code permette agli utilizzatori di vivere gli ultimi otto minuti della vita di un'altra persona all'interno di una linea temporale alternativa.

Questo dispositivo è stato realizzato perchè il cervello umano, dopo la morte, mantiene per un breve lasso di tempo attivi gli impulsi elettromagnetici residui. Inoltre registra una traccia della memoria a breve termine che va a ritroso di circa otto minuti. Finchè i circuiti sono ancora attivi, si riesce ad accedere a questi dati, e a rievocare tutto ciò che la persona deceduta ha vissuto in tale frangente.

A Colter viene quindi spiegata qual è la sua missione: utilizzare il Source Code per scoprire l'ubicazione della bomba a bordo del treno, ed individuare l'attentatore che l'ha fatta esplodere. La Goodwin lo avverte che l'attentato al treno è il prodromo di uno peggiore: l'esplosione di un ordigno nucleare nel centro di Chicago che potrebbe causare la morte di milioni di persone.

Sebbene teoricamente le sue azioni non possano cambiare il passato e salvare la vita delle persone a bordo del treno, perchè la dimensione alternativa prodotta dal Source Code non esiste e non ha alcuna influenza nella realtà vera e propria, Colter identificando l'attentatore, può fare in modo che venga bloccato prima di provocare una strage.

È stato deciso di fargli utilizzare le sembianze di Sean Fentress perchè, tra tutti i presenti a bordo del treno, lui gli assomigliava fisicamente, caratterialmente ed in termini di costituzione cerebrale. Dopo questo colloquio, Colter entra nel codice sorgente più volte, continuando ad indagare i passeggeri per trovare l'attentatore, e gradualmente si innamora di Christina.

Nel corso di questi balzi del tempo, viene a conoscenza che questi eventi si sono verificati due mesi dopo un grave incidente bellico che aveva la sua morte. Una volta scoperto il suo reale destino, Colter richiede ulteriori spiegazioni alla Goodwin. Lei gli rivela che in realtà è deceduto durante una missione in Afghanistan, che i resti del suo corpo si trovano in un impianto presso una sede militare, ove la sua mente è mantenuta attiva tramite il collegamento ad un sistema informatico.

La capsula entro cui Colter si trova è solo una proiezione della sua mente. Pertanto accetta di collaborare con Rutledge e Goodwin; completerà la missione, ma pretende che, al termine, i supporti che tengono in vita il suo cervello vengano definitivamente disattivati.

Nel penultimo ingresso nel Source Code riesce ad individuare e ad inseguire l'attentatore, trova anche l'ordigno, scopre l'esistenza di una seconda bomba, ma viene da lui ucciso nella dimensione alternativa.
Una volta tornato nella capsula, dopo aver riferito l'identità del terrorista, convinto che quella generata dal Source Code non sia solo una simulazione, chiede di tornare per un'ultima volta a bordo del treno prima che venga disattivato il suo supporto vitale.

Rutledge è fermamente contrario ed ordina di azzerare la memoria di Colter per continuare a sfruttarlo in futuro in nuove operazioni. Ma la Goodwin, che nel frattempo ha preso a cuore la sua situazione, decide di accontentarlo. Lui torna quindi sul treno, disinnesca la bomba e riesce ad ammanettare l'attentatore, in modo che possa essere consegnato alle autorità prima che faccia esplodere la seconda.

Poi chiama suo padre fingendo di essere un commilitone che gli porge le condoglianze per la morte del figlio e, prima che gli otto minuti finiscano, bacia Christina. Quindi, come promesso, la Goodwin disabilita il suo supporto vitale; una scena ci rivela la vera condizione del corpo gravemente mutilato ed in stato comatoso di Colter.

Quando gli otto minuti passano, però non succede nulla; allora Colter comprende, anche se l'azione del codice sorgente è terminata, di essere rimasto nella linea temporale alternativa.
Il treno arriva tranquillamente alla stazione di Chicago e lui e Christina cominciano a camminare insieme per la città, entrano nel Millennium Park e si specchiano nel Cloud Gate, una scultura dell'artista britannico Anish Kapoor che si trova al centro della AT&T Plaza.

Immagine

Questo è il manufatto che Colter vedeva, unitamente al volto di Christina, in una rapida preveggente visione che gli compariva ogni volta che, allo scadere degli otto minuti, si interrompeva la linea temporale alternativa.

Nella scena finale la Colleen Goodwin, dell'universo alternativo, riceve sul cellulare un messaggio inviato da Colter. Lui le rivela di aver intuito che il Source Code crea non soltanto la linea del tempo del ricordo, ma anche che, nel caso in cui la persona di cui si vivono gli ultimi istanti di vita riesca a non morire dopo gli otto minuti, un intero universo alternativo. Il suo messaggio ne è la prova.
La Goodwin contempla il luogo contenente il corpo comatoso di Colter che non è stato collegato al Source Code, perchè in quell'universo l'attentato al treno è stato sventato prima del suo accadere.

Location

Ambientato a Chicago, il film è stato realizzato quasi interamente a Montreal utilizzando una gran quantità di immagini CGI, (CGI è l’acronimo di Computer Generates Imagery, ossia immagini generate dal computer).
Le riprese sono iniziate il 1º marzo 2010 a Montréal, Quebec, Canada, e si sono concluse il 29 aprile 2010. Quelle esterne sono state girate con le carrozze “Bi-level” dei treni della Chicago Metra, mentre le interne in set un a Montreal, poi le ultime a Chicago, Illinois, in particolare al Millennium Park.

La “Glenbrook Station” non esiste, è stata costruita in un parco di Montreal, le auto, il parcheggio e lo skyline della città sono tutte aggiunte digitali.
La fantomatica compagnia ferroviaria “Chicago Commuter Rail” è invece la Metra, lo si comprende dalla livrea rosso blu.

Considerazioni personali
Le riprese ferroviarie mostrano la città di Skokie, Illinois, ove c'era la sede della “G.D. Searle & Company”, l'azienda per cui lavoravo negli anni '80.

Source Code

Il codice sorgente, in informatica, è il testo di un algoritmo scritto in un linguaggio di programmazione simile al linguaggio umano, le cui istruzioni sono eseguite dalle macchine mediante appositi programmi, tramite una specifica codifica software.

Metra

Metra, acronimo di Met ropolitan Ra il, è il servizio ferroviario suburbano dell'area metropolitana di Chicago, nello Stato dell'Illinois. Si compone di 11 linee che servono 241 stazioni per un'estensione totale di oltre 784 km. Di queste 7 sono gestite direttamente dalla Metra, 3 dalla Union Pacific Railroad ed una dalla BNSF Railway:

Immagine

BNSF Railway.
Heritage Corridor
Metra Electric District
Milwaukee District / North Line
Milwaukee District / West Line
North Central Service
Rock Island District
SouthWest Service
Union Pacific / North Line :
Union Pacific / Northwest Line
Union Pacific / West Line

Nel 2015, con i suoi oltre 73 milioni di passeggeri, è risultato il quarto servizio ferroviario suburbano più trafficato di tutti gli Stati Uniti d'America, ed il primo situato al di fuori dell'area metropolitana di New York.

Alcuni filmati METRA Chicago Commuter Trains!

https://www.youtube.com/watch?v=mG2i5TiIGqI
https://www.youtube.com/watch?v=8jAwghbQ8oU

Locomotiva

Nelle scene compare fugacemente la F40PH,

Immagine

una locomotiva diesel-elettrica BB a quattro assi da 3.000–3.200 CV, costruita dalla General Motors Electro-Motive Division a La Grange, Illinois. Si basava sullo schema della EMD GP40-2 freight road-switcher, e fu prodotta in diverse varianti dal 1975 al 1992.

La designazione "F40PH" significa: "F" per il tipo di scocca, “40” perchè la locomotiva fa parte della serie 40 di EMD, "P" per servizio passeggeri, e "H" per head-end power,

Immagine

Immagine

Immagine


Immagine


La Metra possedeva un roster ben variegato e di tutto rispetto composto da locomotive quali le:

Immagine

EMD SW1 prodotte dal 1938, 1946
EMD SW1200 1954
EMD SW1500 “ 1967-1972
EMD F7 1949
EMD E8 1951-1953
EMD GP23 ECO “ 1969
EMD F40C 1974
EMD F40PH 1974-1992
EMD F59PH 1994-99
EMD F59PHI 1998
EMD F40PHM 1991-1992
EMD MP36PH-3S 2002-2004


Carrozze Bi-Level

Le carrozze Bi-Level fecero il loro debutto sulla ferrovia Chicago & North Western per il loro servizio di pendolari della zona di Chicago nel 1950. Con numerose varianti, sono ancora utilizzate sulle linee Chicago Metra.

Immagine

Immagine

Immagine



Modellismo

Kato ha riprodotto alcuni modelli sia in scala H0 che N

Immagine

Immagine


Tra questi le carrozze Bilevel

Immagine

Immagine

Immagine

Walthers in H0 e N la EMD F40PH

Immagine

il film in inglese, sottotitolato in arabo

https://www.youtube.com/watch?v=zTqF8BIJT9I


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: mercoledì 11 novembre 2020, 16:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Waterloo Road è film drammatico inglese del 1945, diretto da Sidney Gilliat

Immagine


Trama

Mentre infuria la Seconda Guerra Mondiale, Jim Colter un soldato dell'esercito deve lasciare sola a Londra la novella sposa Tillie, che durante la sua assenza viene corteggiata dal donnaioloTed Purvis. Jim avvertito della tresca, non avendo ottenuto una licenza, decide di disertare, di tornare per salvarla, e di dare una bella lezione a Ted.

Ricercato dalla polizia militare, viene preso ma sfugge saltando da un treno in corsa nei pressi di Clapham Junction. Per risolvere le cose una volta per tutte deve rintracciare il rivale. Per scovarlo riceve l'aiuto inaspettato di una delle ragazzedi Purvis e del gentile Dr. Montgomery. Jim gli da la caccia nel nel quartiere di Southwark e, dopo varie peripezie, lo affronta in uno dei più memorabili match della storia del cinema.

Waterloo Road fu proiettato nel febbraio 1945, quasi cinque anni e mezzo dopo l'inizio della seconda guerra mondiale. Ha una trama semplice che offre poco spazio alle ambiguità morali; tuttavia mi piace perchè mostra in azione, nei dintorni della stazione di Waterloo, alcune rare locomotive della “Southern Railway"

Immagine


Immagine

Location: Londra

Locomotive

Nel film compaiono fugacemente due illustri vaporiere:
- la SR classe N15X 2332 “Stroudley”,

Immagine


- e la SR 864 “Sir Martin Frobisher” della classe Lord Nelson.

Immagine

La Class N15X

Alla SR class N15X (o Remembrance class) appartenevano solo 7 esemplari batezzati col nome di famosi ingegneri vittoriani, tranne la Remembrance. Questa assunse tale denominazione per commemorare il personale della “London, Brighton and South Coast Railway “ deceduto nella prima guerra mondiale.

Prima della nuova classificazione i sette esemplari, conosciuti come "Brighton Baltics", appartenevano alla L Class progettata da LB Billinton per la London, Brighton and South Coast Railway. Furono costruiti tra il 1914 e il 1922 dalle officine "LBSCR Brighton Works" per essere utilizzati nel servizio passeggeri express.
Si chiamavano rispettivamente:

2327 Trevithick,

Immagine

2328 Hackworth,

Immagine

2329 Stephenson,

Immagine

2330 Cudworth,

Immagine

2331 Beattie,

Immagine

2332 Stroudley,

Immagine

2333 Remembrance

Immagine

Nel 1923, a segito di un “Grouping", fu fondata la compagnia ferroviaria britannica “Southern Railway” (SR) che collegava Londra con i porti della Manica, il sud ovest dell'Inghilterra, le località della costa meridionale ed il Kent. La Southern nacque in seguito alla fusione di diverse compagnie ferroviarie più piccole: la “London & South Western Railway" (LSWR), la “London, Brighton and South Coast Railway" (LB & SCR) e la “South Eastern and Chatham Railway" (SE&CR).

Dopo l'elettrificazione della linea Londra - Brighton, le 4-6-4T ex LB & SCR non erano più necessarie, pertanto nel 1934-1936 Richard Maunsell le fece convertìre presso le officine "SR Eastleigh Works" in altrettante 4-6-0 aventi lo stesso nome. Formò così la nuova Class SR N15X, con numerazione dal 32327 al 32333.

Trevithick

Immagine

Stephenson

Immagine

Beattie

Immagine

Stroudley,

Immagine

Remembrance

Immagine


Quando nel 1948 subentrarono le British Railways, le ex SR N15X furono assegnate alla Power class 4P, numerate BR: 32327–32333, poi accantonate negli anni 1955–1957.


Class Lord Nelson

Alla classe SR LN (o Lord Nelson) appartenevano le locomotive a vapore 4-6-0 progettate da Richard Maunsell nel 1926 per il traino dei treni passeggeri Express che collegavano Londra con Dover, Folkestone ed i porti del sud-ovest dell'Inghilterra.

Immagine

Tra il 1926-1929 ne furono costruiti 16 esemplari nelle oficine "SR Eastleigh Works", a tutti furono attribuiti il nome di famosi ammiragli.
Dopo la ​nazionalizzazione del 1948, le British Railways le inquadrarono nella Power class BR 7P, ed aggiunsero un 30 alla numerazione SW. Ad esempio la 850 Lord Nelson, che diede il nome alla classe, divenne 30850.

Tutte hanno continuato ad operare per le British Railways fino al ritiro avvenuto nel 1961 e nel 1962, però la 850 Lord Nelson fu pereservata e tuttora traina convogli speciali in tutta la Gran Bretagna.

Elenco con date di costruzione e di radiazione:

850 30850 “Lord Nelson” Agosto 1926 Agosto 1962

851 30851 “Sir Francis Drake” Maggio 1928 Dicembre 1961

852 30852 “Sir Walter Raleigh” Luglio 1928 Febbraio 1962

853 30853 “Sir Richard Grenville” Settembre 1928 Marzo 1962

854 30854 “Howard di Effingham” Ottobre 1928 Settembre 1961

855 30855 “Robert Blake” Eastleigh Works Ottobre 1928 Ottobre 1961

856 30856 “Lord St Vincent” Novembre 1928 Settembre 1962

857 30857 “Lord Howe” Dicembre 1928 Settembre 1962

858 30858 “Lord Duncan” Gennaio 1929 Agosto 1961

859 30859 “Lord Hood” Marzo 1929 Dicembre 1961

860 30860 “Lord Hawke” Dicembre 1929 Agosto 1962

861 30861 “Lord Anson” Settembre 1929 Ottobre 1962

862 30862 “Lord Collingwood” Ottobre 1929 Ottobre 1962

863 30863 “Lord Rodney” Ottobre 1929 Febbraio 1962

864 30864 “Sir Martin Frobisher” Novembre 1929 Gennaio 1962

865 30865 “Sir John Hawkins” Novembre 1929 Maggio 1962

Bellissime macchine con ottime prestazioni, all'epoca erano le più potenti della Gran Bretagna, tuttavia negli anni '40 furono gradualmente soppiantate dalle pacific di Bulleid: Merchant Navy, West Country e Battle of Britain.

Inizialmente furono dipinte in verde oliva, sostitoito a metà degli anni '30 da una tonalità più chiara. Dal 1938 furono verniciate in verde malachite semi-opaco, durante gli anni della guerra WWII ebbero una livrea nera mantenendo la parola "Southern" in giallo sul tender. Dopo la guerra, la livrea fu riportata allo standard Southern Railway Malachite Green, con "Sunshine Yellow" sugli anelli della caldaia.

La Lord Nelson

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

entrò in servizio nell'agosto 1926 per trainare i “Boat trains” che operavano
trasportando a Londra i passeggeri sbarcati da traghetti e navi da crocera a Southampton

Tra questi il il prestigioso treno "The Cunarder"

Immagine

Al suo ritiro, avvenuto il 18 agosto 1962, annoverava un chilometraggio finale di 1.349.617

Nel 1979 fu restaurata a Carnforth per gestire convogli turistici, rimase attiva fino a quando comparvero dei problemi al focolare che la costrinsero ad un'esposizione statica. Nel 1997 fu revisionato a Eastleigh con il contributo dell'Heritage Lottery Fund(cosa impensabile in Ita-glia). Dal febbraio 2009 risiede a Ropley.

Come certamente avrete notato dalle foto, le Southern Railways utilizzavano per le loro locomotive dei complicati Headcodes a sei posizioni (codici frontali) indicanti sia la classe del treno, che il percorso: dischi bianchi durante le ore diurne, delle lampade bianche durante il buio.

Vedi schema
SR Steam Locomotive Headsignals

https://sremg.org.uk/headcodes/sheadcodes/04.html


- Modellismo

- La Class N15X

Nessun industria ha riprodotto questa classe, tuttavia esistono modelli artigianali da assemblare su base Nu Cast

La Remenbrance costruita da Graham Muz

Immagine

La 2332 Stroudley di ignoto

Immagine

- La Class Lord Nelson

Bachmann e Hornby ne hanno presentate numerose

- Confronto 850 “Lord Nelson”

Bachmann

Immagine

Hornby

Immagine

- Confronto 851 “Sir Francis Drake”

Bachmann

Immagine

Hornby

Immagine


Bachmann 855 “Robert Blake”

Immagine

Bachmann 856 “Lord St Vincent”

Immagine

Bachmann 865 “Sir John Hawkins”

Immagine

Hornby 863 “Lord Rodney”

Immagine

Parata Hornby

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Graham 'Muz' Muspratt artigianale 862 “Lord Collingwood”

Immagine

Unboxing the Bachmann Lord Nelson Class
https://www.youtube.com/watch?v=dXJVPK8zibQ

Hornby Lord Nelson Class | Unboxing & Review
https://www.youtube.com/watch?v=InzP0L7wj30&app=desktop


Il film in inglese
https://www.youtube.com/watch?v=dtZDXAyu7Zw


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 20 novembre 2020, 15:57 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Terrore sul treno (Time Bomb ), è un film drammatico britannico del 1953 diretto da Ted Tetzlaff, che negli Stati Uniti fu intitolato Terror on a Train.

Immagine

Immagine

Immagine

Trama

In uno scalo ferroviario della città di Birmingham il poliziotto Charles Baron, durante un controllo, viene coinvolto in una colluttazione con uno sconosciuto che ritiene un banale vagabondo. Però l'uomo, che in realtà è un sabotatore, ha installato un ordigno esplosivo a bordo di un treno diretto alla Royal Navy Yard di Portsmouth con un carico di mine marine

Immagine

Il tizio scappa, ma perde una valigia piena di detonatori e di materiali per la produzione di bombe. La polizia si rende conto del pericolo, quindi Il convoglio viene deviato verso una stazione secondaria, e fermato nel timore di un'esplosione imminente.

Il luogo è vicino ad una zona residenziale, pertanto la popolazione è costretta ad allontanarsi dalle proprie abitazioni. La situazione è drammatica, per risolverla l' Autority contatta l'ex maggiore Peter Lyncourt, un esperto di munizioni dei Royal Engineers canadesi, richiedendo il suo aiuto per inattivare l'ordigno. Peter, che attualmente lavora per la società anglo-canadese “Machine Tool Co, Ltd,” vive in città con la moglie francese Janine, però il suo menage coniugale è alquanto burrascoso tant'è che lei abbandona il marito dopo l'ennesimo litigio.

Lyncort accetta l'incarico con la consapevolezza di avere non più di cinque ore per effettuare la sua rischiosa missione. Quindi inizia a controllare le mine una ad una per scovare la carica esplosiva che, nascosta all'interno di una qualsiasi, potrebbe far esplodere l'intero treno. Il lavoro è lento e pericoloso, il capo della polizia ferroviaria della città, Jim Warrilow, si offre di aiutarlo. Fortunosamente i due trovano la carica, e Lyncort la disinnesca poco prima che esploda.

Nel frattempo, la polizia vuole catturare il sabotatore a Portsmouth con la convinzione che costui voglia constatare personalmente il frutti della sua atto criminoso, proprio come fa un piromane quando rimane sulla scena della sua scellerata azione. Il poliziotto Baron, accorso in città, riconosce il sospetto alla stazione ferroviaria di Portsmouth, lo arrestata, lo trasferisce con un elicottero della Royal Navy a Birmingham, e lo porta al treno fermato.

Qui Lyncort lo avverte che la bomba è stata disarmata e, poiché si rifiuta di confessare, lo fa ammanettare ad un vagone del treno. Man mano che passa il tempo, il sabotatore appare sempre più agitato e terrorizzato, rivela la presenza di un secondo ordigno che potrebbe esplodere all'improvviso devastando il quartiere.

Questa nuova bomba ha un innesco chimico, il cui tempo di attivazione è alquanto impreciso, pertanto Lyncourt, con sprezzo del pericolo, ricomincia la ricerca.
Janine, ignorando la faccenda, si pente e torna a casa per riappacificarsi; trova l'abitazione deserta e, temendo che il marito sia stato coinvolto in un incidente, disperata inizia a telefonare a tutti gli ospedali locali. Alla fine scopre dov'è Peter, ed arriva giusto in tempo per vederlo scovare la seconda bomba, gettarla dal treno e farla esplodere innocuoamente a mezz'aria.

Come lieto finale li vediamo enrambi strettamente abbracciati.

Locations: Hampshire, Hertfordshire, London, Surrey, Warwickshire.

Locomotiva

La protagonista è una ex Stanier Classe 8F 8600 della “London, Midland and Scottish Railway" (LMS), costruita nel 1943 dalla “Southern Railway Eastleigh Works” con altre 22 compagne. Fu poi reimmatricolata 48600 dalle British Railways; nel film del1953 la vediamo dotata di “Late Crest”.

Immagine

Le 8F

La classe 8F fu progettata da Sir William Stanier come versione per treni merci pesanti della sua precedente classe 5, la famosissima “Black Five”.
Le 8F sono universalmente considerate ottime macchine per treni merci, ne furono costruiti, tra il 1935 e il 1946, 960 esemplari suddivisi fra LMS, LNER, e WD. Le ultime unità in carico alle British Railways, con la nuova numerazione da 48 000 a 48 775, cessarono il servizio nel 1968.

Immagine

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, il War Department britannico ne ebbe in dotazione 208 costruite dalla Beyer Peacock & Co, e dalla North British Locomotive Co. poi ne requisì altre 51 alle compagnie private. Divenute lo standard del trasporto merci, la loro produzione per il WD continuò fino al 1943, quando furono adottate le più economiche Austerity 2-8-0, mentre la produzione per uso civile durò fino al 1946.
Il Dipartimento della Guerra inizialmente le destinò al servizio logistico del corpo di spedizione britannico in Francia, tuttavia, la maggior parte di loro operò in Egitto, Palestina,

Immagine

Immagine

in Iran ed in Italia. Alla fine del conflitto molte di queste locomotive furono vendute alle ferrovie locali di questi paesi, ed alcune anche a Turchia ed Iraq .

Le 8F in Italia
Nel 1944 15 ex 8F, stanziate in Iran ed Egitto, furono trasferite da Porto Said a Bari per essere impiegate sul fronte italiano, ove operarono fino al termine del conflitto per conto del comando alleato. Dopo la guerra furono vendute alle Ferrovie dello Stato, ed inquadrate come gruppo FS 737. Vennero così distribuite: 11 a Foggia, 3 a Rimini ed una a Napoli, ma, per carenza di ricambi, sopravvissero a stento fino alla prima metà degli anni cinquanta.

Immagine

Non essendo ferrato in materia di locomotive italiane, trascrivo il testo di Wikipedia riguardante le suddette.
“Le prime otto locomotive, poi FS 737.001-008, erano state costruite su ordinazione del War Department tra il 1940 e il 1941. Le altre sette, poi FS 737.009-015, costruite nel 1936, facevano parte delle macchine LMS passate al War Department nel 1940.
Con decreto ministeriale del 18 gennaio 1948 esse, come altre locomotive del War Department poi dei gruppi FS 293 e 747, tramite l'Azienda Rilievo Alienazione Residuati furono acquistate dalle Ferrovie dello Stato, che dovevano fronteggiare la penuria di mezzi di trazione dovuta alle distruzioni belliche.

Assegnate al deposito locomotive di Bari, esse furono utilizzate prevalentemente sulla linea adriatica. Con una potenza indicata di 772 kW a 45 km/h, le FS, considerate le dimensioni della caldaia, attribuirono loro le stesse prestazioni delle locomotive dei gruppi 735 e 740. Tuttavia, secondo le testimonianze dei macchinisti che le condussero, dimostrarono di poter agevolmente sostituire anche le più potenti 746, viaggiando fino a 100 km/h.

Trasferite successivamente ai depositi di Foggia e poi di Ancona, continuarono a essere bene apprezzate dal personale di macchina FS.
Sebbene entro il 1953 il Servizio Materiale e Trazione FS avesse provveduto alla compilazione di tutti i disegni occorrenti per l'approvvigionamento delle parti di ricambio per le locomotive gr. 736, 737 e 747 (ex USA), la penuria di tali ricambi spinse a un precoce accantonamento delle locomotive di tutti e tre i gruppi, che per la maggior parte delle unità del gruppo 737 avvenne entro il 1953.
furono demolite tutte nel 1956 (11 nel deposito di Foggia, 3 nell'Officina Grandi Riparazioni di Rimini e 1 nel deposito di Napoli.
Le caldaie delle tre unità demolite a Rimini vennero poi utilizzate quali generatori di vapore per le locali Officine Grandi Riparazioni delle FS”

Ma torniamo alle caratteristiche peculiari delle 8F

Anno di progettazione: 1935
Anni di costruzione: 1936-1942
Anni di esercizio: 1936-1968, 1946-1956 (in Italia)
Quantità prodotta: 960 (15 immatricolate in Italia)
Costruttori: LMS Crewe Works, LMS Horwich Works, North British Locomotive Co, Vulcan Foundry, Beyer Peacock & Company, GWR Swindon Works, LNER Darlington Works, LNER Doncaster Works, SR Eastleigh Works, SR Ashford Works, SR Brighton Works.
Dimensioni: 19 221 × 2 634 × 3 912 mm
Scartamento: 1 435 mm
Massa in servizio: 74,5 t
Tipo di motore: a vapore surriscaldato
Alimentazione: nafta/carbone
Velocità massima omologata: 70 km/h
Rodiggio: 1'D
Diametro ruote motrici: 1 435 mm
Portanti anteriori: 1 003 mm
Distribuzione: Walschaerts
Numero di cilindri: 2 di 246 dm³
Superficie griglia: 2,66 m²
Superficie riscaldamento: 153,2 m²
Superficie surriscaldamento: 22,4 m²
Pressione in caldaia: 15,5 bar
Capienza tender: 9 tonnellate di carbone e 18.000 litri di acqua.
Potenza continuativa: 772 kW
Forza di trazione massima: 13 800 kg

Delle 960 costruite, solo otto locomotive sopravvivono oggi nel Regno Unito:

48151 (LMS 8151 & BR 48151)
Immagine

48173 (LMS 8173 & BR 48173)
Immagine

8274 (WD 70348, LMS 8274 & WD 70438 ex TCCD 45160)
Immagine

48305 (LMS 8303 & BR 48305)
Immagine

48431 (LMS 8431 & BR 48431)
Immagine

48476 (LMS 8476 & BR 48476)
Immagine

48624 (LMS 8624 & BR 48624)
Immagine

Immagine

48773 (WD 307, LMS 8233, Iranian State Rly 41.109, WD 70307, WD 500 & BR 48773)

Immagine

Immagine

A queste si aggiungerà la ex TCCD 45170, attualmente in fase di restauro

Immagine

Immagine

Altre sei sono accantonata tra Iraq e Turchia, ove operarono fino agli anni 80.

Cosiderazioni
Mi piacerebbe sapere perchè in Gran Bretagna molte locomotive a vapore vengono amorosamente restaurate in ordine di marcia, mertre in Italia ciò raramente accade.
Immagine

filmati di 8F

LMS 8F, 8624, First Day In Service.
https://www.youtube.com/watch?v=SRYkqQgZsqQ

LMS Stanier Class 8F - 48624 - 48095
https://www.youtube.com/watch?v=Leg4A6HM-TM

Cab riding with the LMS 8F 48624
https://www.youtube.com/watch?v=WUs2S9L71jo

Modellismo

Mi risulta che le 8F siano state prodotte esclusivamente dalle aziende britanniche Bachmann, Hornby e Wrenn in scala 00, da Graham Farish in scala N, da Finescale Brass in 0

Hornby

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Unboxing the Hornby 8F
https://www.youtube.com/watch?v=KKcq1NG2TsM

Hornby Dublo

Immagine

Wrenn

Immagine

Immagine

Graham Farish / Bachmann

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Closer Look | LMS 8F SOUND FITTED Bachmann Collectors Club
https://www.youtube.com/watch?v=TOvdzcv-qjA

Finescale Brass

Immagine

Migliorie apportate alla 8F Finescale Brass in scala 0 da David L O Smith
https://www.davidlosmith.co.uk/LMS_8F.htm

E' arrivata la versione in italiano
https://www.youtube.com/watch?v=_IyXXIMw30c

Il film in inglese
https://www.youtube.com/watch?v=XRMCVRk9g2M


Curiosità

Thistlegorm and her Stanier 8F locomotives
https://www.youtube.com/watch?v=YSon_g2QWbU

La “SS Thistlegorm ” era una nave della Marina mercantile britannica che fu affondata il 6 ottobre 1941 vicino a Ras Muhammad nel Mar Rosso.
Salpò per il suo quarto ed ultimo viaggio da Glasgow il 2 giugno 1941 con destinazione Alessandria d' Egitto. Il carico comprendeva: camion Bedford, veicoli blindati Universal Carrier, motociclette Norton 16H e BSA, armi e munizioni, parti di aerei, vagoni ferroviari e due locomotive a vapore LMS Stanier classe 8F.

Queste locomotive, caricate sul ponte, erano destinate alle ferrovie nazionali egiziane, il resto del carico all’8° Armata Britannica.

Per evitare l'attività aereonavale tedesca ed italiana nel Mediterraneo, dovette circumnavigare la costa sudafricana. Dopo dodicimila miglia e due settimane all’ancora a Sha’ab Ali, alle 1:30 della mattina del 6 ottobre 1941 un Heinkel He 111 del 26mo Kampfgeschwader Luftwaffe, partito da Creta, la colpì con due bombe ad alto potenziale da 2,5 tonnellate.
La maggior parte del carico rimase all'interno della nave, ma le due 8F precipitarono fuori bordo

All'inizio degli anni Cinquanta, Jacques Cousteau scoprì il relitto adagiato alla profondità si 30mt, e narrò il tutto nel suo libro “The Living Sea”.
La massiccia esplosione che ha affondato la Thistlegorm ha scoperchiato gran parte del ponte, rendendo il relitto accessibile anche ai subacquei dilettanti.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Ultima modifica di crosshead il venerdì 19 febbraio 2021, 21:34, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 3 dicembre 2020, 11:25 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Money train, il treno dei soldi è un thriller poliziesco del 1995, diretto da Joseph Ruben.

Immagine

Trama

Nelle viscere della metropolitana di New York circola il Money train, il "treno dei soldi", un piccolo convoglio blindato, protetto da agenti speciali, che fa il giro delle varie biglietterie prelevando gli incassi del giorno.

La metropolitana di New York (in inglese: New York City Subway) è la settima più trafficata al mondo dopo quelle di Pechino, Shanghai, Seul, Tokyo, Canton e Mosca. Ed è anche una delle più antiche ed estese reti di trasporto pubblico: annovera ben 472 stazioni operative e 380, km di tracciato, che diventano 1 370 km includendo tutti i binari di raccordo.
Attualmente ogni giorno vengono effettuate 8,200 corse, con un numero massimo di 550 treni presenti ed in movimento contemporaneamente sull'intera rete nelle ore di punta, ed un minimo di 110 durante le ore notturne.

Immagine

Foster John e Charlie Robinson sono fratellastri nonché colleghi poliziotti addetti alla sicurezza della metropolitana. Il loro compito, in qualità di agenti a terra, consiste nel pattugliare le stazioni per bloccare ed arrestare borseggiatori e teppisti.

A Natale Charlie, insieme al fratello ed alla collega Grace Santiago, deve catturare un ladro che deruba le biglietterie. Costui per non farsi acciuffare fugge in un tunnel, i treni nelle vicinanze vengono fermati, ma il capitano Donald Patterson, responsabile del Money train, non vuole bloccare il suo convoglio. Fa quindi uccidere il rapinatore dai poliziotti che sorvegliano il treno dei soldi, ed inoltre incolpa John e Charlie di aver ritardato la marcia il treno.

Charlie, fingendo di dover comprare un regalo di Natale, chiede a John un prestito ma in realtà il denaro gli serve per saldare parte dei i debiti di gioco contratti col mafioso Mr. Brown. Se non riceve ulteriori 15.000 $, costui intende buttare Charlie giù da un edificio, John, per salvarlo, promette a Brown di consegnarglieli in pochi giorni. Pertanto affida a Charlie la somma, ma questa gli viene sottratta da un ladro sul treno della metropolitana; ne consegue che Charlie viene picchiato dagli scagnozzi di Brown, e tornando a casa scopre che Grace e John sono amanti.

Inspirato dal lestofante, per saldare il dovuto, progetta di svaligiare il Money train, che non è mai stato depredato, e di farlo proprio la notte di San Silvestro quando raccoglie e trasporta il notevole incasso di tutte le biglietterie. Charlie dice a John che il momento migliore per rapinare il treno dei soldi sarebbe a capodanno, quando la sicurezza e più allentata, e gi incassi potrebbero ammontare fino a 4.000.000 dollari.

John rifiuta di partecipare al piano di Charlie per ripagare i loro debiti, quando entrambi e Grace vengono assegnati al pattugliamento del treno, Charlie scopre una griglia nel pavimento del convoglio, e nel tunnel una scala di manutenzione che conduce al Central Park.

Poi tra John ed un sorvegliante scoppia una rissa che coinvolge rapidamente l'intera squadra. Ancora una volta Patterson incolpa i fratelli, li accusa di aver sottratto una parte del denaro traportato, anche dopo aver appreso che il conteggio di un agente di riscossione era errato.

Quando un serial killer, noto come Torch per l'abitudine di cospargere di benzina le sue vittime, rapina una biglietteria e la dà alle fiamme, John e Charlie salvano l'addetta e spengono il fuoco, ma Torch scappa.
Durante un'operazione allestita per catturarlo, Grace si traveste da cameriera, però rendendosi conto della trappola, Torch distrae la polizia spingendo un uomo davanti ad un treno in movimento, uccidendolo. Poi Torch spruzza benzina su Grace, ma prima che possa accenderla, Charlie avvisa gli altri agenti, che aprono il fuoco. John lo insegue in un'altra stazione; nella colluttazione Torch viene bruciato dalla sua benzina ed ucciso da un treno in movimento.

Patterson licenzia Charlie per aver rovinato l'imboscata e, poichè tenta di difendere Charlie, anche John viene licenziato; allora Grace convince John a partecipare alla rapina.
Charlie entra nel treno dei soldi da sotto forzando la griglia, e lo guida fino alla scala del Central Park, ma non riesce a scappare con il denaro a causa della presenza di un gruppo di poliziotti.

Raggiungendo il treno, John convince Charlie a proseguire per evitare l'arresto e disabilita i freni per impedire a Patterson di attivarli a distanza. Costui per bloccarli fa erigere una barricata lungo i binari, ma John, aumentando la velocità del treno, la sfonda.

L'ufficiale di controllo del transito Kowalski dichiara che il treno del denaro è in fuga ed inizia a sgombrare i binari, ma Patterson lo dirotta su un binario già occupato da un convoglio passeggeri. Il Money train lo sperona e rallenta, ma accelera di nuovo, continuando a speronare il convoglio col rischio crescente di farlo deragliare, e di uccidere coloro che si trovano a bordo.

Senza freni e con l'acceleratore bloccato, i fratelli decidono di fare retromarcia per salvare il treno passeggeri. Charlie posiziona una sbarra di ferro che al nuovo urto farà scattare la leva della retromarcia, poi i fratelli salgono in cima al Money train. Quando i treni entrano nuovamente in collisione, si attiva la leva della retromarcia e loro balzano sul treno passeggeri, mentre il treno del denaro deraglia. I fratelli cercano di scappare ma vengono individuati da Patterson. Stanchi dei suoi abusi, lo aggrediscono. Costui invoca il loro arresto, ma invece viene arrestato da Grace per aver messo in pericolo la vita dei passeggeri.

I fratelli escono su Times Square proprio mentre inizia il conto alla rovescia del nuovo anno. Durante i festeggiamenti, John si rende conto che Charlie nasconde una borsa con oltre $ 500.000. Il film si chiude su entrambi che si allontanano discutendo mentre scorrono i titoli di coda.


Protagonista

La R21 era una carrozza della metropolitana di New York City costruita dalla St. Louis Car Company dal 1956 al 1957 per la IRT A Division . Ne sono state realizzate complessivamente 250 come singole unità. Furono prodotte in due versioni una con motore Westinghouse (WH), numerate (7050–7174), e l'altra con motore General Electric (GE) dal (7175–7299)

Alla 7203, ricostruita per il film Money train, venne attribuito il numero 51050 .

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Dopo la produzione, questa vettura fu donata al New York Transit Museum di Brooklyn, ove è custodita la storia dei trasporti nella città. Attualmente la 51050 è in deposito presso il complesso di Coney Island.

Immagine

Negli anni '80 le R21 furono gradualmente sostituite dalle più moderne R62A, ed il loro ultimo giorno di servizio è stato il 30 dicembre 1987.

Immagine

Immagine


Location

Courthouse, 1 Centre Street, Manhattan.

West 59th Street and 5th Avenue, Manhattan

McHales Restaurant, 750 8th Avenue and West 46th Street, Manhattan, che ora non esiste più.


Modellismo

Nel film si vede sulla scrivania di Patterson un modello in scala della R21 che Charlie sottrae

MTH, LIFE LIKE Proto HO 1000, Lionel hanno prodotto vari modelli della New York City Subway

LIFE LIKE Proto HO 1000

Immagine
Immagine

Immagine

Immagine

MTH

Immagine

Immagine

Immagine

Esiste anche un convoglio giocattolo della Daron

Immagine

Il film

Purtroppo fino ad ieri lo si poteva vedere in inglese sottotitolato in arabo in questo sito

https://www.shofha.tv/view.php?vid=12fa9ba3a

Rimane l'alternativa di visualizzarlo in pessima risoluzione qui

https://www.youtube.com/watch?v=nkQdTC7kzN8

Ps
Il primo link è tornato attivo, per vedere il film cliccare su LIIVIDEO poi sulla grossa freccia che apparirà al centro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 10 dicembre 2020, 15:50 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Il prigionero della montagna (Flucht in die Dolomiten)
è un film di genere drammatico del 1955, diretto da Luis Trenker, regista gardenese ed alpinista che tra gli anni '30 e '60 ha girato molti film di montagna
Questo si ispira al romanzo La fuga di Giovanni Testa di Günther C. Bienek.

Immagine

Immagine

Trama

Giovanni Testa vive con la moglie Teresa e due figli a Bardolino, un paese sulle rive del Garda: ha un cantiere per la costruzione di barche ma è un'attività che non rende abbastanza. Avendo contratto un debito con una banca, si reca dal fratello Enzo, che è ricco, per ottenere un prestito.

Enzo rifiuta, i due vengono alle mani e brandiscono i coltelli che, però, lasciano cadere subito.
Un certo Sergio, che per la sua partecipazione a loschi traffici pretende invano da Enzo una certa somma, appena uscito Giovanni, afferra il coltello che quest'ultimo ha gettato, e con quello uccide Enzo.

Confida poi il suo crimine al socio dell'ucciso, Ghezzi, che gli consiglia di fuggire andando a lavorare in alta montagna. Giovanni viene a sapere che l'uccisore di Enzo, ch'egli non conosce, lavora a Penia in Val di Fassa dove si costruisce una diga, ed essendo ricercato dalla polizia che lo ritiene l'assassino del fratello Enzo, va anche lui a Penia, sperando di poterlo smascherare.

A Penia, dov'egli si presenta sotto falso nome, Giovanni conosce Graziella giovane e bella ragazza: i due si sentono vicendevolmente attratti e Giovanni le confida la propria disavventura. Egli conosce anche Sergio, suo compagno di lavoro, del quale ignora il passato, e diventa suo amico.
Sergio viene a sapere chi è veramente Giovanni e pensando d'aver perduto per causa sua l'amore di Graziella, spinto da gelosia, minaccia di denunziarlo.

Giovanni decide di fuggire, ma quando apprende che Sergio è caduto durante una ascensione corre in suo aiuto. Prima di morire, Sergio gli confessa di essere l'assassino di Enzo.
Intanto Teresa, la moglie di Giovanni, viene insistentemente corteggiata da Ghezzi, ma rifiuta le sue proposte amorose. Giovanni, sentendo di non poter più vivere lontano dalla famiglia, decide di ritornare al paese. Nel frattempo Ghezzi, lungamente interrogato, ha finito per confessare quanto sa sull'uccisione di Enzo.
Ritornato a casa, Giovanni potrà quindi vivere tranquillo in seno alla sua famiglia.

E' un dramma a forti tinte, però alquanto convenzionale, in cui si notano parecchie ingenuità. Buone le riprese in montagna.
La vicenda non desta grande interesse; l'interpretazione è modesta.

Ma è interessante perchè, date le origini del regista, alcune scene furono realizzate ad Ortisei, riprendendo la ferrovia della Val Gardena, gioiello della tecnica civile dell'epoca, che ha cessato la sua attività nel 1960.

Locations

l film è stato girato sul lago di Garda a Bardolino, poi nella val di Fiemme e Penia, in val di Fassa e sul cantiere della diga del Lago di Fedaia, allora in fase di costruzione, ed Ortisei.

La ferrovia della Val Gardena (in tedesco Grödnerbahn, in ladino gardenese Ferata de Gherdëina) era una linea ferroviaria a scartamento ridotto che collegava i comuni di Chiusa e Selva di Val Gardena (località Plan de Gralba), attraversando la Val Gardena.

Durante la prima guerra mondiale era una via di comunicazione ad uso strettamente militare da e per il fronte italiano. Venne allestita dal genio ferrovieri dell'esercito austroungarico (Eisenbahntruppen), col contributo importante e determinante di 5.500 prigionieri di guerra russi.

Immagine

Fu scelto lo scartamento bosniaco 760 mm, ed i lavori di costruzione ebbero inizio il 12 settembre 1915 con rotaie da 18 Kg/me. e terminarono il 6 febbraio del 1916.

Nel periodo 1916-1918 furono utilizzate locomotive ungheresi a quattro assi (cinque MAVÁG 490.0 e due 490.95), e tre motrici Krauss kuk HV III a tre assi, e due piccole Mallett B+B Orenstein & Koppel kukHV IVl.

Nel periodo 1919-1960 furono usate sia sette Krauss tipo K costruite appositamente per la val Gardena, poi inquadrate nel gruppo FS R410, che due ungheresi a tre assi (MAVÁG 394, poi inquadrate nel gruppo FS R310).

Dal 1929 furono impiegate anche due 490.95 ed una 492.95, tutte classificate R400.

Si deve tener presente che all'epoca il territorio attraversato dalla ferrovia era sotto il dominio austriaco, e che la vicinanza con il confine italiano ne esigevano in tempi assai rapidi l'allestimento per motivi strategici.
Per non rallentare i lavori di costruzione, tutti i ponti e viadotti vennero dapprima costruiti in legno, e solamente in un secondo momento in muratura.

Al termine del conflitto, a seguito del passaggio dell'Alto Adige all'Italia, la Chiusa - Plan rimase in territorio italiano e le FS ne presero in carico l'esercizio convertendola al servizio viaggiatori e merci iniziato il 5 febbraio 1919.
La linea, era già predisposta per la conversione allo scartamento metrico, ma non venne mai tramutata, anzi si provò già a sopprimerla nei primi anni 40', per nostra fortuna sopravvisse grazie all'opposizione dei gardenesi.
Purtroppo la mancanza di investimenti per ammodernarla la rese obsoleta: il 29 maggio 1960 venne definitivamente chiusa e sostituita da corse di autobus.

Il vecchio percorso nel tratto da Chiusa ad Ortisei è stato utilizzato per la costruzione della strada statale e pertanto non c'è più nulla, da Ortisei a Plan, al posto dei binari, è stata costruita una pista ciclabile.

Il tracciato

Il grande dislivello di 1072 m s.l.m. da superare, e l'orografia della Val Gardena presentavano numerosi problemi per la costruzione della linea. Per avere minore pendenza questa non iniziava all'imbocco della valle, ma percorreva il fianco della valle Isarco fino a Chiusa, utilizzando diverse gallerie e viadotti.
Qui, per prendere quota, percorreva un giro attorno alla stazione su un viadotto.

La tratta era lunga 31,41km

km 0,00 Chiusa/Klausen, Ferrovia del Brennero 520 m s.l.m.
km 6,81 Lajon/Lajen 781 m s.l.m.
km 13,26 San Pietro/Sankt Peter 1035 m s.l.m.
km 19,93 Ortisei/St. Ulrich 1224 m s.l.m.
km 25,09 Santa Cristina/St. Christina 1396 m s.l.m.
km 31,41 Plan de Gralba 1592 m s.l.m.

Immagine

Locomotiva

Le protagoniste sono le locomotive del gruppo R.410 che vennero progettate e costruite dalla Krauss di Lienz nel 1916 per l'esercito austriaco, e che vennero immatricolate nel gruppo KuK IVc con i numeri di serie 4151-4157.
Alla fine della querra nel 1918, le 7 unità vennero consegnate alle FS che le immatricolarono come gruppo R.410. Le locomotive svolsero servizio sia sulla linea della Val Gardena, dal 5 febbraio del 1919 fino al 1960, che in val di Fiemme.

Durante la seconda guerra mondiale andarono disperse in Bosnia le unità 002 e 007. Le rimanenti, dopo l'accantonamento, vennero tutte demolite tranne la R410.004 che è monumentata ad Ortisei.

Immagine

Dati tecnici della classe R410.001-7

Costruttore: Krauss & C. - Linz
Anno di costruzione: 1916
Numero di unità costruite: 7
Potenza: 250 CV a 20 Km/h
Scartamento: 760 mm
Capacità di acqua: 3 m cubi
Capacità di carbone: 1,3 m cubi
Velocità massima: 40 Km/h
Rodiggio: D
Diametro ruote motrici: 770 mm
Lunghezza tra i respingenti: 7030 mm
Pressione massima in caldaia: 13 Kg/cmq
Numero cilindri: 2 esterni
Distribuzione: Walschaerts
Massa in servizio: 27,5 t
Massa aderente: 27,5 t

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Note

Alla R410.004 venne dedicato nel 2017 un francobollo di Poste Italiane.

Immagine

Considerazioni personali

Nel 1952, fui aggregato da mio nonno ad una colonia estiva campeggiante nei pressi di Santa Christina lungo la riva del Rio Gardena (Grödner Bach in tedesco, Dorsung in ladino). Questo nasce dal passo Sella a 2240 m s.l.m, forma la Val Gardena bagnando Selva, Santa Cristina ed Ortisei, infine confluisce da sinistra nell'Isarco presso Ponte Gardena a 471 m s.l.m.

Immagine

Ma a me milanese equoreo, ovvero puro sea lover, non è mai piaciuta la montagna pertanto, non volendo seguire i miei compagnucci nelle escursioni al monte Pana ed al Sassolungo (Langkofel in tedesco, Saslonch in ladino), spesso da solo raggingevo a piedi Sankt Ulrich (Ortisei) costeggiando il Grödner Bach per poi tornare, con mia somma letizia, a St. Christina con trenino della Ferata de Gherdëina.

Che spettacolo, vedere il convoglio percorrere la curva di Santa Cristina!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Nel 1966 fui inviato là dalla mia azienda per dirimere una controversia sorta con la farmacia Saint Elisabeth; felice di questa incombenza, ma ignorando la soppressione della linea e la distruzione dei manufatti, rimasi sconcertato ed allibito alla vista di cotanto scempio.

Alcune scene
https://www.youtube.com/watch?v=pUSwmRUMUfs

Una rassegna di foto

https://www.youtube.com/watch?v=byrGo-NrRxo

Il Trenino della Val Gardena, filmato anni "50 che riassume brevemente le scene ferroviarie della pellicola.
https://www.youtube.com/watch?v=T9LFBBDeEs8

Sito esaustivo realizzato da Giorgio Stagni
http://www.stagniweb.it/foto6.asp?Tipo= ... =100&Col=5

Per approfondire

- Di Elfriede Perathoner
Immagine

Il trenino della Val Gardena
Copertina rigida : 304 pagine
ISBN-10 : 8868392151
ISBN-13 : 978-8868392154
Editore : Athesia; 1° edizione (30 giugno 2017)
Lingua: : Italiano

Immagine

Immagine

Già nel 2016 nel thread
viewtopic.php?f=20&t=88574&p=913185&hilit=Elfriede+Perathoner#p913185
non potendo parecipare di persona agli eventi, ne avevo annunciato l'effettuazione. Purtroppo nessuno mi rispose.

- Dal sito di scala N
https://scalaenne.wordpress.com/2019/11 ... rie-altre/

Modellismo

Perdonate la mia crassa ignoranza, non so chi abbia riprodotto in scala H0e le FS R410, però ho scovato questa foto che mostra il mitico trenino con la locomotiva, 2 carrozze di seconda classe ed il bagagliaio, certamente di produzione artigianale.

Immagine

Chiunque avesse delucidazioni in merito, è pregato di fornirle.

Il film
https://www.youtube.com/watch?v=Vgc1jeyK5BI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: martedì 26 gennaio 2021, 18:06 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Corriere diplomatico (Diplomatic Courier) è un film thriller spionistico statunitense del 1952, diretto da Henry Hathaway si ispira al romanzo "Sinister Errand" di Peter Cheyney (edito in Italia con i titoli Missione pericolosa e A colpi di mitra).

Immagine

E' ambientato poco dopo la fine della seconda guerra mondiale su un treno che va da Salisburgo a Trieste, sul quale agenti statunitensi e sovietici si contendono un importante documento.

Nel 1950, in pieno clima da piena guerra fredda (Maccartismo), il dipartimento di Stato americano incarica il corriere diplomatico Mike Kells, appena atterrato a Parigi, di ripartire per Salisburgo. Sull'aereo, Mike fa amicizia con Joan Ross, attraente vedova di un console statunitense. In Austria, Mike sale su un treno dove il collega ed amico Sam Carew deve passargli un importantissimo documento riguardante i piani di Stalin per invadere l'Europa.
Immagine

Ma Carew in viaggio con Janine, una bionda profuga, viene viene assassinato da un gruppo di spie comuniste che poi lo gettano giù dal convoglio nel buio di una galleria prima che possa parlare con Mike.
Desideroso di vendicarne la morte, con l'aiuto del servizio segreto dell'esercito americano, Mike si trasforma in un'esca per stanare gli agenti d'oltrecortina che hanno commesso l'omicidio. Pertanto segue le tracce di Janine fino a Trieste, dove incontra nuovamente anche Joan.

Entrambe le donne gli riserveranno molte sorprese. Quale delle due fa il doppio gioco? Rischiando la pelle, e scampando a diversi attentati, alla fine Mike riesce ad entrare in possesso del documento che è un microfilm.
Scopre infine la verità: dopo aver smascherato quella delle due donne che trama contro di lui, disobbedendo agli ordini dei superiori, riesce a strappare l'altra dalle mani dei sovietici salvandola da morte certa, ed a farla fuggire verso la libertà.

Donne fatali ed ironici agenti, più interessati al gentil sesso che alla patria, diventeranno molto comuni negli anni Sessanta, ma in questo film, tra i primi a descrivere le fasi calde della Guerra fredda, gli stereotipi erano ancora in incubazione. Come città di spie, Trieste dimostra di non avere nulla da invidiare alle più celebrate Vienna e Berlino.

Secondo me, il film ha una sceneggiatura molto ben costruita e capace di mantenere il mistero in alcuni nodi della trama e su alcuni personaggi chiave. E' avvincente ed articolato, col pregio di lasciarsi ben seguire e di riuscire a mantenere desto l'interesse dello spettatore sino al finale.

Sono apprezzabili le parti descrittive del modus operandi del Dipartimento di Stato americano a Washington, dei militari e degli agenti americani in Europa, del corriere diplomatico, nonché dei servizi segreti sovietici.

L'ambientazione in treno, sia nella parte iniziale che di quella finale del film, risulta sempre azzeccata in tutte le pellicole di spionaggio come questa; parimenti è sicuramente indovinata la scelta di ambientare la parte centrale della storia nella città di Trieste, di cui apprezzo la suggestiva descrizione.

Molto attenta la regia di Hathaway nel valorizzare gli elementi propri del genere cinematografico in questione; in questa chiave, è davvero ammirevole l'effetto thrilling che riesce a mantenere per tutta la durata della pellicola, sino all'ottimo finale.


Nel 1952, quando questo film fu realizzato , l'Austria era ancora sotto l'occupazione congiunta alleata (aree americane, britanniche, francesi e sovietiche). Anche Vienna, proprio come Berlino, era divisa in quattro zone di occupazione. Nel 1955, la maggior parte degli eserciti di occupazione alleati, inclusa l'esercito sovietico, si ritirò dall'Austria.

Nel 1952 Trieste era una città-stato indipendente, sotto la protezione delle Nazioni Unite come Territorio Libero di Trieste. Il territorio triestino era diviso in due zone di occupazione. La Zona A era amministrata dal Governo Militare Alleato (Forze Armate Americane e Britanniche) mentre la zona B rimase sotto l'amministrazione militare dell'Esercito Popolare Jugoslavo. Questo stato di cose terminò nel 1954.

Errori del film

La mappa, che si trova appesa sul muro del quartier generale della polizia militare americana, mostra i confini storici della Germania del 1939, comprendenti ancora l'Anschluss dell'Austria, il Protettorato di Boemia-Moravia, la Prussia orientale e Danzica. Credo che ben difficilmente una tal cartina si potesse trovare nel 1950 in un edificio ufficiale austriaco.

Locations:

Parigi
Salisburgo
Territorio Libero di Trieste
Bucarest

20th Century Fox Studios - 10201 Pico Blvd., Century City, Los Angeles, California, USA

Locomotiva protagonista

BBÖ 214.01–13
DR 12 001–013
ÖBB 12.01–13

Nel 1927 il consiglio delle Ferrovie Federali Austriache BBÖ decise di interrompere temporaneamente l' elettrificazione delle linee. Nel corso di questa decisione molto controversa, è stato anche deciso di produrre nuove locomotive a vapore per la Westbahn, Queste avrebbero dovuto essere così potenti da eguagliare al traino di pesanti treni espressi tra Vienna e Salisburgo le prestazioni della trazione elettrica.
Pertanto furono allestiti due prototipi: la 114.01 (motore a tre cilindri, consegnato nel 1929)

Immagine

e la 214.01 (motore a due cilindri, consegnato nel 1928). La serie 214 fu scelta per l'ulteriore costruzione. Nel 1931 sei locomotive furono prodotte dalla Floridsdorfer Lokomotivfabrik, altre sei furono costruite nel 1936 con modifiche tecniche.
Immagine

La CFR , più precisamente la fabbrica di locomotive Resita o Nicolae Malaxa in Romania , acquisì la licenza dalla WLF (Wiener Lokomotivfabrik Floridsdorf ) e costruì 79 unità con piccole modifiche, a cui fu assegnata la designazione di serie 142 dal CFR.

La 214 è la locomotiva a vapore più grande, pesante, potente e veloce mai costruita in Austria, dotata delle bielle più lunghe che esistevano in Europa a quel tempo.
Locomotiva e tender sono lunghi complessivamente 22,6 metri e pesano 138 tonnellate. Con i suoi 2.700 CV, raggiunse una velocità massima di 154 km/h, un record all'epoca.

Caratteristiche
Numero: 13
Produttore: Floridsdorf
Anno di costruzione: 1928–1936
Radiazione: 1961–1962
Design: 1'D2' h2
Lunghezza: 22.580 mm
Altezza: 4650 mm
Larghezza: 3150 mm
Peso: 107/114 t
Massa di servizio: 118/123,5 t
Velocità: 110/120 km/h
Numero di cilindri: 2
Distribuzione: Heusinger con valvole Lentz

Le BBÖ 214.01–13 furono utilizzate nel servizio di treni rapidi tra Vienna e Salisburgo o Passau . Dopo essere state incorporate dalla Deutsche Reichsbahn in seguito all'annessione dell'Austria al Reich tedesco, furono classificate Baureihe 12 ed utilizzate fino a Regensburg . Dopo il 1945 le ÖBB mantennero la designazione 12.

Dopo l'elettrificazione della Westbahn, queste non era più adatte all'uso. Alcune macchine furono trasferite alla Südbahn nel 1953 ed utilizzate tra Vienna e Villach . Ma le diverse condizioni d'uso, in particolare i raggi di curva stretti e le pendenze più ripide sul Semmering, evidenziarono gravi condizioni di usura, pertanto furono radiate già nel 1956

Nell'attesa di trovare un acquirente per queste locomotive, alcune delle quali avevano solo 20 anni, furono utilizzate come caldaie per riscaldare alcuni edifici di Vienna. La progressiva elettrificazione delle principali linee nei paesi limitrofi rese superfluo l'impiego di locomotive a vapore per il traino di treni espressi, pertanto furono demolite nel 1961 e 1962.

L'unica sopravvissuta è la ÖBB 12.10 che è conservata nel Technisches Museum di Vienna

Immagine
Immagine

Tuttavia nel 1985, la Società Austriaca di Storia Ferroviaria (ÖGEG - Österreichische Gesellschaft für Eisenbahngeschichte) riuscì ad acquistare la locomotiva 142.063 dalle Ferrovie dello Stato rumene. Questa è una replica della serie 214 del 1939, pertanto è stata restaurata e riconvertita allo standard delle cugine austriache, e nel 1993 le è stato il attribuito il numero (fittizio) 12.14.

Immagine

Immagine

Immagine

A chi volesse approfondire la storia, propongo il volume di Martin Ortner

Immagine

Modellismo

Liliput ne produsse varie versioni in scala H0,
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

e la Spur1 in scala 1

Immagine

Cosiderazioni

nel 1991 il figlio del signor Colombo, titolare dell'omonimo negozio di modellismo situato in via Cesare Correnti a Milano, mi propose di acquistare una rarissima versione con le insegne dell'occupazione sovietica. Scioccamente, poiché ne possedevo due altri esemplari in diverse versioni, non accettai. Poi, ripensandoci tornai per acquistarla però, nel frattempo per mia somma disdetta, un fermodellista americano l'aveva già comperata.


Die Reihe 12 der ÖBB
https://www.youtube.com/watch?v=odVK54DybbU
https://www.youtube.com/watch?v=2tgiWDVi9ms

Liliput Bachmann ÖBB 12 03
https://www.youtube.com/watch?v=QSXKpHz5Ums

BBÖ 214 11 von Bachmann Liliput H0
https://www.youtube.com/watch?v=H38vU449vbc

ÖBB Baureihe 214 scala1
https://www.youtube.com/watch?v=k73HYoWEddo

ÖBB 12 endlich eine ÖBB Dampflok | computer
https://www.youtube.com/watch?v=B66Ci8MD_og

Il film in spagnolo ed in inglese

Correo Diplomático (Diplomatic Courier,1952) Tyrone Power Spanish
https://www.youtube.com/watch?v=e09WMFXm820

Diplomatic Courier (1952) C
https://www.youtube.com/watch?v=GVEBaVF ... MCpstEgLCf


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 6 febbraio 2021, 14:51 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
“Expressens Mysterium”- “Alone with the Devil”- Anello serpente è un film muto danese del 1914, diretto da Hjalmar Davidsen.

Distribuito in Danimarca dalla Fotorama, uscì nelle sale il 16 marzo 1914. Nell'aprile dello stesso anno, fu distribuito anche negli Stati Uniti dalla Great Northern Film Company, società di importazione e distribuzione. In Italia il 24 marzo 19142.

Cronologicamente, dopo i film “ferroviari” muti dei fratelli Lumière e di George Mèlies, compare quello di Hjalmar Davidsen, una bella storia noir di un uomo d'affari molto ordinario, preda di un rivale diabolico che insegue ossessivamente la sua rovina con qualsiasi mezzo.

La storia, alquanto inverosimile non è priva di una sua dignità, ci offre un background raccapricciante nell'operato del diavolo ipnotizzatore e la sua influenza sulla moglie. Il "diavolo" è il rivale commerciale dell'eroe e ha la moglie di quest'ultimo sotto controllo ipnotico, costringendola a rivelare i segreti commerciali di suo marito. Costui ha un amico, un avvocato, che funge da angelo custode.
La messa in scena claustrofobica e l'uso efficace dell'ombra aumentano il senso dell'orrore psicologico. Un aspetto molto interessante è il modo in cui le ambientazioni, in un primo momento strettamente naturalistiche, diventano sempre più espressionistiche man mano che la storia procede.

Trama
L’industriale Laroque cerca in tutti modi, leciti od illeciti, di portare alla rovina il concorrente Frédéric Nessières.
Egli ha totalmente soggiogato, tramite una sorta di potere ipnotico, Madeleine, la moglie di Frédéric, dalla quale si fa consegnare appunti del marito inerenti alla conduzione dell’azienda. Poi sottrae operai alla fabbrica di Frédéric, offrendo loro un salario decisamente superiore a quello che Nessières può permettersi di pagare ai propri dipendenti.

Laroque, armato della pistola di Frédéric che si è fatto consegnare da Madeleine, penetra nello scompartimento del treno espresso sul quale il concorrente sta viaggiando e si suicida per incolparlo. Alla stazione successiva la polizia trova il cadavere di Laroque, ed arresta Frédéric.
Madeleine, che dopo la morte di Laroque si è completamente ripresa, e l’avvocato Lepellier, un amico di famiglia, tentano di scagionare Frédéric senza successo.
Solo poco prima che venga emessa la condanna a morte, un ferroviere che era presente all’arresto di Frédéric, produce nell’aula del tribunale una prova che permette di risolvere il mistero dell’espresso. Frédéric viene prontamente rilasciato in quanto non imputabile di qualsivoglia reato.

Le Danske Statsbaner (DSB letteralmente "Ferrovie dello Stato Danesi") furono fondate nel 1885 riunendo delle compagnie ferroviarie regionali preesistenti.
Tuttavia la posizione parzialmente insulare della Danimarca, che inizialmente non consentiva una rete ferroviaria chiusa, si rivelò problematica. Solo le rotte sullo Jutland erano collegate alla rete europea, per risolvere la situazione furono aperte varie linee di traghetti ferroviari

Location
Danimarca

Locomotiva
La fugace comparsa della vaporiera non mi permette di classificarla. Pertanto prego chi fosse in grado di riconoscerla di segnalarmela.

Modellismo
Nessuna grande azienda ne produce una simile

Il film
https://www.youtube.com/watch?v=q3uSFObYuDc


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: mercoledì 17 febbraio 2021, 17:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Donne di altri uomini (Other Men's Women)

Immagine

è un film del 1931 diretto da William A. Wellman. Fu distribuito negli Stati Uniti dalla Warner Bros. il 17 gennaio 1931, mentre in Italia è stato trasmesso il 3 marzo 2015 su Rai 3 nel programma Fuori orario. Cose (mai) viste,
E' poco conosciuto al di fuori della cerchia dei ferramatori.

Other Men's Women tratta una vicenda di ambientazione ferroviaria (il suo titolo provvisorio era "The Steel Highway"), pervasa del ruvido cameratismo fra i ferrovieri, e dei sentimenti delle donne che li amano
Come molti altri film del tempo, riflette una visione dura e senza compromessi della vita, e lo fa con arguzia, onestà ed uno stile vivido che cattura lo spettatore.
La storia è essenzialmente un triangolo amoroso che si trasforma in melodramma:
qui non ci sono buoni o cattivi, ma solo circostanze difficili e personaggi che cercano di superarle.

Wellman, prendendola come una sfida, sembra compiacersi della difficoltà della sua impostazione ferroviaria. Disprezzando le riprese negli studios, porta le sue attrezzature nei cantieri ferroviari e filma alcuni dei suoi esterni in luoghi autentici. Una sequenza viene effettivamente girata sopra un boxcar in movimento, la scena è ripresa in modo tale che non avrebbe potuto essere simulata.

Immagine

Immagine


Notevole la sequenza spettacolare del treno che precipita nelle acque impetuose del fiume, filmata utilizzando dei modellini.

Immagine

Immagine

Immagine

Trama

Siamo nel 1929, Bill White un macchinista della San Diego and Arizona Railway (SD&A) donnaiolo spesso ubriaco viene sfrattato dalla sua pensione per aver bevuto troppo e per i ritardi nel pagamento dell'affitto. Ha bisogno di un nuovo posto dove vivere, pertanto accetta l'invito del collega Jack Kulper a trasferirsi nella sua casa, dove risiede con la moglie Lily.

L'amicizia fra Bill e Lily, che all'inizio è giocosa e innocente, però si trasforma in un amore reciprocamente appassionato. Non volendo addolorare Jack, i due cercano di nascondere i loro sentimenti, ma costui inizia a notare il diverso comportamento di sua moglie e si isospettisce quando Bill abbandona la loro casa.

Jack dapprima pensa che Lily ed il suo amico abbiano litigato, poi affronta Bill nella cabina della locomotiva a vapore che i due uomini conducono nel cantiere ferroviario. Li Bill finalmente ammette che Lily e lui si sono innamorati. Nella scazzottata che ne segue, Jack cade, batte la testa e perde la vista.

Durante la sua permanenza a casa Lily cerca di salvare il loro matrimonio, ma Jack soffre per la completa dipendenza dalla moglie. Sempre più frustrato dalla sua triste situazione, desidera che Lily lasci la città per alcune settimane per visitare i suoi genitori, sia perchè ha bisogno di uno spazio emotivo, sia perchè la vuole lontana dai pericoli delle inondazioni previste a causa dei temporali nella zona.

Poco dopo la partenza di Lily, Jack apprende dagli amici ferrovieri che Bill ha intenzione di condurre un convoglio di flatcars colmi di sacchi di cemento su un ponte fluviale. La manovra è dettata dalla disperata speranza che il peso combinato del treno e del suo carico rafforzino la struttura, onde impedire che venga spazzato via dalle crescenti acque alluvionali.

Quella notte, completamente cieco, sotto un forte acquazzone, inciampando nelle strutture raggiunge la linea ferroviaria e riesce a salire sulla locomotiva di Bill in procinto di partire da solo per la missione suicida. Poi, una volta avviata prima di raggiungere il ponte vacillante, lo scaraventa sulla massiciata e prosegue da solo la marcia. Una volta sul ponte, l'intero convoglio precipita nel fiume mentre la struttura collassa sotto il peso, e Jack perisce nel fiume infuriato.

Mesi dopo la tragedia, Bill, ancora impiegato come macchinista, si reca nella tavola calda del deposito per un veloce spuntino prima di tornare a bordo del suo treno. Nelle vicinanze, Lily arriva con un altro treno ed entra nello stesso fastfood. I due si vedono e lei gli rivela che intende tornare nella sua casa, ed allestire un nuovo giardino, poi, con un caldo sorriso, lo invita ad aiutarla. Lui esce dalla tavola calda per balzare a bordo del suo treno in movimento. Vediamo Lily sulla porta intenta a guardare Bill salire sui tetti di una lunga fila di vagoni merci, e poi correre in avanti verso la locomotiva. Mentre salta da un tetto all'altro lui alza le braccia verso il cielo.

Locations

La San Diego and Arizona Railway (SD&A) è una ferrovia americana, fondata nel 1906 dal magnate dello zucchero John D. Spreckels, che collega San Diego con le linee della Southern Pacific Railroad a El Centro, in California. Da molti ingegneri del tempo fu soprannominata "The Impossible Railroad" per via delle immense sfide logistiche da superare.

Immagine

La roundhouse della SP a Los Angeles.

Immagine

Locomotive

Per realizzare il film, la Southern Pacific Lines e la loro controllata San Diego & Arizona (SD&A) offrirono la massima disponibilità alle riprese dei cineasti.

Protagonista è la D&A 2-8-0 n.103, una locomotiva a vapore classe C-8 con un tender Vanderbilt, (nella foto vedete quello della 101)

Immagine

costruita da Baldwin nel1904 per il servizio merci. Nel film la vediamo, in tutto il suo splendore, percorrere la California meridionale nei primi anni '30.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Poi c'è la 104, l'unica sopravvissuta delle numerose locomotive a vapore delle ferrovie della Contea di San Diego.
Costruita da Baldwin Locomotive Works, Filadelfia, Pa nel maggio 1904 per la Southern Pacific fu numerata SP 2720. Operò per questa compagnia fino all'acquisto da parte della SD&A il 25 marzo 1921 che la rimmatricolò SDA 104. Fu utilizzata per il servizio merci e passeggeri sulla San Diego-Campo-El Centro mainline

Immagine

Immagine

Dapprima con tender standard

Immagine

Poi con tender Vanderbilt

Immagine

In attesa di restauro

Immagine

Immagine

Compare anche la SP 4-6-2 n.2423 costruita da Burnham, Wms & Co (Baldwin)
nel 1906

Immagine

Immagine

Nelle riprese, compare sullo sfondo la SP 1231 costruita nel 1918 da Baldwin Locomotive Works in Pennsylvania, era uno switcher 0-6-0 classe S-10 simile a questo

Immagine

Ma qualcosa non mi quadra: nelle sequenze finali ricompare la 103, proprio quella che era precipitata nel Los Angeles River, il fiume che nasce nella San Fernando Valley sulle Simi Hills e sulle Santa Susana Mountains e che scorre attraverso la Contea di Los Angeles sfociando a Long Beach.

Vuoi forse significare che il relitto è stato ricuperato dal letto del fiume, e che è stato ricostruito e rimesso in servizio?

Poi vediamo Bill salire a bordo del caboose 403, proprio lo stesso che è stato distrutto in una scena precedente.

Immagine

Immagine

La locomotiva del treno di Lily, la SD&A 104, è contrassegnata col n 10. Dopo accurate ricerche, ho scoperto che il treno 10 della Southern Pacific in realtà era l'Atlantic Limited da Oakland a Chicago sulla Overland Route. Pertanto assolutamente non poteva transitare vicino a San Diego.

Orbene dobbiamo considerarle licenze poetiche ferroviarie?

Il film ha riprese notturne molto oscure, tuttavia è molto divertente cercare di identificare tutte le vecchie vaporiere in azione. Quindi, se siete appassionati di ferrovie americane direi che vale la pena di darci un'occhiata.

Modellismo

l'unica C 8 riprodotta in H0 è quella di SAMHONGSA

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Il film

https://archive.org/details/OtherMensWomen


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 22 febbraio 2021, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Still Life, Tabiate Bijan è un film drammatico iraniano girato nel 1974 (prima della rivoluzione islamica del 1979), dal regista Sohrab Shahid Saless e premiato al 24 festival di Berlino con l'orso d'argento.

Immagine

Il film ha volutamente un decorso lento, il regista indugia sulle scene ripetitive con lo stile dell'incomunicabilità di Antonioni, e ne mescola l'ordine ignorando la cronologia.

Anche se tratta temi seri, Still Life non è del tutto privo d'umorismo nero. C'è una costante atomosfera di dark comedy in tutto il film (un colpo da maestro è vedere il protagonista che carica regolarmente la propria sveglia). Saless non solo costruisce un contesto di cinema narrativo, ma lo coniuga anche con un aspetto filosofico conteplativo.

Trama

La pellicola documenta un periodo della vita di Mohammad Sardari, un anziano casellante ferroviario che ha lavorato per 30 anni in una desolata stazione ferroviaria di un villaggio iraniano. Il suo unico compito è chiudere ed aprire le sbarre di un passaggio a livello ferroviario alcune volte al giorno.

Immagine

Immagine

E precisamente lo fa al mattino riposando nella baracca tra un passaggio e l'altro dei rari treni, poi rincasa per il pranzo, torna nuovamente a gestire il transito del convoglio serale, indi torna a casa per cenare e dormire

Immagine

Vive con la moglie in una sola stanza, lei integra il magro reddito familiare tessendo tappeti e svolgendo lavoretti di sartoria con scarsa remunerazione.

Immagine

Nel corso degli anni, costui ha fatto poco per soffocare la solitudine e la noia della sua mansione ripetitiva. Ogni giorno lavora conducendo una vita tranquilla con la speranza di un pensionamento pacifico all'orizzonte.

A metà del film si conosce la routine del vecchio e di sua moglie: lui rientra a casa, rotola la sigaretta e inizia a fumare e lei continua a cucire vestiti e tessere tappeti. Anche quando il figlio ritorna per un giorno dal servizio militare la conversazione permane superficiale

Con il passare del tempo, Mohamad continua meccanicamente a fare il suo dovere attendendo una gratifica salariale che tarda a ricevere.
Un giorno riceve una lettera dal dipartimento ferroviario che gli comunica il suo pensionamentoi. Lui non è in grado di comprenderne il significato e crede di essere stato irragionevolmente licenziato: col cuore spezzato decide di recarsi in città presso la sede della ferrovia per scoprire il motivo dell'avviso.

Nell'edificio, trova una coppia di impiegati che osservano vecchie fotografie ricordando il passato e parlando di piani per il fine settimana. E proprio li il regista fornisce il contrasto più netto e potente tra la vita nell'Iran rurale ed in quello urbano. I burocrati con un passato piacevole ed un futuro allettante si trovano in una situazione completamente opposta a quella di Sardari, il cui passato è quasi inesistante ed il cui futuro non promette nulla di diverso.

Il suo pensionamento è praticamente una condanna a morte: anche se pienamente impiegati, lui e sua moglie erano a malapena in grado di sopravvivere, ora non più.

E quando deve cedere il suo compito e la sua casa ad un uomo più giovane, la coppia si rende conto che la loro vita pacifica ha avuto un prezzo, che ora non possono più permettersi di pagare.

Nell'ultima scena vediamo Mohamad, che è costretto ad accettare la realtà di non poter più lavorare al suo passaggio a livello, liberare il suo alloggio. Dopo aver caricato i suoi scarsi beni su un carrettoi, decide di controllare la casa un'ultima volta per scovare qualsiasi oggetto che potrebbe aver dimenticato. Mentre si trova nel mezzo della stanza ormai vuota, priva di quei pochi mobili inanimati di cui nel corso degli anni ne era diventato parte, nota l'ultimo residuo della sua vita in quel luogo: un pezzo di specchio appeso al muro.
Si protende per staccarlo, e nel farlo, si guarda e scopre di esser diventato vecchio.

Immagine

Locomotiva

Nel film compare fugacemente una locomotiva Electro-Motive Diesel EMD GT26CW-2 oggi appartenente alla Rai (Islamic Republic of Iran Railways).
Le locomotive diesel della serie EMD GT26 fecero il loro debutto nel 1967 come evoluzione delle popolari EMD SD40.

La GT26CW-2 è la variante Dash-2 della serie di locomotive diesel-elettriche GT26CW creata dalla divisione Electro-Motive di General Motors per l'esportazione in Iran, Israele, Marocco, Pakistan, Perù, Corea del Sud, Turchia ed Jugoslavia. Erano equipaggiate con un motore turbocompresso EMD 645 ad alta potenza.

Il suffisso C che segue la designazione GT26 indica il rodiggio a sei assi, la lettera U indica i modelli specifici per lo scartamento ridotto, la W per quelli a scartamento largo.

Immagine

Immagine

Una EMD GT26CW-2 ed un EMD G22W

Immagine

Modellismo

La Korea Precision Model (hantrack) ha prodotto in ottone l'unica EMD GT26CW in scala H0.
La locomotiva, con le insegne di KO RAIL, ha gli interni della cabina completamente dettagliati, anche il sistema frenante è fedelmente riprodotto in questo straordinario modello

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Il film in farsi con sottotitoli in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=eJRdn15BvK0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 1 marzo 2021, 9:49 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
Our Hospitality, pubblicato nel 1923, è il primo film “ferroviario” girato dall' attore, regista e sceneggiatore statunitense Buster Keaton, conosciuto in Italia negli anni venti e trenta come Saltarello, pseudonimo di Joseph Frank Keaton, uno dei maestri cinema muto classico.

Immagine

Immagine

Nato il 4 ottobre 1895, a Piqua, Kansas, Stati Uniti è morto l'1 febbraio 1966,a Woodland Hills, Los Angeles, California, Stati Uniti

Tecnicamente parlando, "Our Hospitality" è il primo lungometraggio di Keaton come autore ed anche il suo primo capolavoro.
Nel film compare una locomotiva che sembra un vecchio giocattolo per bambini (in realtà è una replica della Roket di Stephenson del 1829), trainante una serie di eccentriche carrozze ferroviarie.

Immagine

Immagine

Immagine

Keaton amava i treni, e mentre "Our Hospitality" può essere visto come un precursore di "The General" (che vedremo in seguito), la locomotiva del film non è una di quelle potenti della guerra civile di Keaton.
Questa rotola ad un ritmo così lento che un cane può camminare tra le sue ruote, i binari sono stati posati instabilmente anche su tronchi e massi.

Immagine

Immagine

Lei compie un viaggio accidentato, ma l'inesorabile movimento del treno attraverso il paesaggio americano di Halcyon (California) è proprio ipnotizzante.

Immagine
Immagine

Immagine

Trama

Le famiglie McKay e Canfield sono afflitte da un'eterna faida. I due capi famiglia si scontrano a duello e si uccidono a vicenda lasciando alla loro prole l'amaro compito di essere vendicati. Il giovane McKay (Buster Keaton) tuttavia, non viene allevato nell'odio, ma dato in affidamento ad una famiglia di New York.
Lui cresce all'oscuro della lotta tra la sua famiglia e quella dei Canfield; all'età di 21 eredita i possedimenti dei McKay, perciò deve recarsi al suo paese natale per prenderne possesso.
Durante il viaggio in treno stringe amicizia con una giovane donna che è la figlia di Joseph Canfield, l'attuale capofamiglia dei Canfield.

Immagine

Immagine

Da quando costoro sanno dell'arrivo del McKay, gli danno una caccia spietata. Il giovane, che ignora la parentela della ragazza, se ne invaghisce ricambiato, ma è vittima di continui attentati.
Alla fine l'amore trionfa, ed il matrimonio tra i due porta la pace tra le due famiglie.

Immagine

Immagine

Locomotiva
Per l'occasione venne costruita una replica della Rocket di Stephenson del 1829

Il film
https://www.youtube.com/watch?v=cRNObtP_Fgo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 5 marzo 2021, 19:30 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
The General (Come vinsi la guerra) è un film del 1926 di Buster Keaton, co-diretto con Clyde Bruckman.

Immagine

Immagine

È la storia di un ragazzo che durante la guerra di secessione americana, nonostante non sia nemmeno arruolato, per salvare la propria ragazza riesce a respingere da solo un intero esercito nemico.
E' considerato una delle sue migliori realizzazioni in cui appare la precisione del meccanismo comico keatoniano, basato su un continuo gioco di logica, dove ogni senso viene rovesciato continuamente in un rocambolesco gioco per gli occhi e per la mente:

La maschera impassibile di Keaton diventa il simbolo dell'individuo semplice ed innocente che vive i fatti storici, dando l'impressione di non accorgersi mai di quello accade intorno a lui.

Immagine

La guerra è descritta senza drammaticità e senza senso tragico, come una girandola inutile. Qui tra contri e riconciliazioni, fughe e nuovi incontri, il treno è un attore di metallo, infatti Buster Keaton assegna il ruolo di coprotagonista alla locomotiva ed alle carrozze.

Ogni scena descrive il controverso ed intimo rapporto fra uomo e macchina: nella duplice veste di ferroviere e soldato, l’attore usa il treno per innescare una serie di sketch che porteranno, nell’epilogo finale, ad una corsa rocambolesca e all’esplosione di un ponte.
Notevole è la tensione generata dagli inseguimenti in treno, effettuati senza l'uso di modellini, nemmeno nella scena dove una locomotiva finisce in un fiume.

Immagine

Immagine

Trama alquanto lunga

Nel 1861, durante la guerra di secessione americana, il ferroviere Johnnie Gray della Western and Atlantic railroad è a Marietta in Georgia per far visita ad Annabelle, l'altra passione della sua vita oltre alla locomotiva (The General) che conduce.

Immagine

Immagine

Immagine

Il padre ed il fratello della donna parlano della guerra e della loro volontà di arruolarsi subito nell'esercito, al che Annabelle chiede anche a lui di arruolarsi. Johnnie, per accontentarla, si precipita all'ufficio di leva, ma quando gli chiedono la sua occupazione, viene scartato perché ritenuto più utile come macchinista che come soldato.

Mentre si allontana, è riconosciuto dal fratello e dal padre della ragazza che lo invitano ad arruolarsi. Lui non rivela il precedente respingimento e costoro riferiscono il fatto alla ragazza che, delusa, gli dice di non volerlo più vedere e che gli rivolgerà la parola solo quando lo vedrà in divisa.

Un anno dopo, in un accampamento dell'Unione ( presso Chattanooga i Nordisti studiano un piano: mascherati da civili assalteranno presso Big Shanty un treno sudista proveniente da Atlanta. Devasteranno i ponti e taglieranno in due la linea ferroviaria su cui viaggiano i rifornimenti per i Sudisti

Tutto sembra perfetto, ma i nordisti non hanno fatto i conti col fatto che quel treno diretto al fronte è condotto da Johnnie. Ad una fermata tutti scendono, la ex-ragazza di Johnnie, che alla partenza l'aveva ignorato sdegnosamente, si reca nel bagagliaio per prendere qualcosa. Proprio in quel momento i Nordisti, travestiti da civili, staccano la locomotiva ed i primi vagoni dal resto del convoglio, così lei viene involontariame rapita.

Johnnie dà subito l'allarme e si lancia all'inseguimento utilizzando un carrello a spinta. Nel frattempo i Nordisti camuffati iniziano il sabotaggio della linea: tagliano i fili del telegrafo per impedire di dare l'allarme, staccano le rotaie e mettono fuori uso il carrello. Johnnie prosegue su una bicicletta rubata ad un uomo di passaggio e riesce ad arrivare alla stazione successiva, dove il treno sequestrato era appena passato senza destare sospetti.

Qui allerta alcuni soldati e riparte all'inseguimento con un nuovo treno.
Dopo aver percorso un po' di linea alla guida della locomotiva, si accorge che i vagoni non sono attaccati, allora decide di proseguire da solo. I sabotatori intanto si rendono conto di essere inseguiti e tentano di bloccarlo con vari espedienti. Rocambolescamente Johnnie riesce a superare gli ostacoli; i Nordisti sono preoccupati perché vedono la locomotiva, e pensano che dietro ci sia un intero convoglio pieno di soldati, pertanto tentano nuovamentedi di fermarlo.

Nel frattempo a Chattanooga l'esercito sudista ha l'ordine di ritirarsi e l'esercito del Nord avanza.

Johnnie non si accorge di nulla, ma i sequestratori si travestono da sudisti e scoprono che il loro inseguitore è un uomo solo. Allora Johnnie, temendo di venire assalito dagli avversari, si dà alla fuga. Si rifugia di notte in un bosco e raggiunge una casa illuminata che sembra vuota, e vi si intrufola. La casa è in realtà il quartier generale dei Nordisti, qui ascolta i piani del nemico e vede la sua ragazza presa in ostaggio.

Johnnie aspetta che tutti vadano dormire, quindi entra dalla finestra nella stanza della ragazza dopo aver colpito una sentinella nordista ed aver indossato la sua divisa. Lei è molto sorpresa di vederlo, ma ha l'uniforme (quindi può parlargli!), lui le dice che è lì per salvarla. In silenzio entrambi
scappano nel bosco dove passano la notte sotto la pioggia, tra fulmini, orsi e tagliole. Prima di addormentarsi lei lo ringrazia di essersi infiltrato tra i nemici per salvarla.

La mattina i due si svegliano bagnati ma salvi, Johnnie elabora un piano per avvisare le truppe sudiste dell'attacco a sorpresa: mette la ragazza in un sacco e la carica in spalla dirigendosi verso l'accampamento nordista. Qui la carica sul treno con cui fugge giocando sull'effetto sorpresa.
I Nordisti partono all'inseguimento. Questa volta è Johnnie, che ha lasciato la guida alla ragazza, a creare ostacoli per rallentare gli avversari, ma rimane appiedato.

Riesce comunque a risalire ed a frenare proprio quando sta arrivando il treno nordista che giunge però a fianco, su un binario morto, a causa di uno scambio. Mentre i nordisti cercano di sistemarlo, Johnnie arriva al Rock River Bridge, dove, col petrolio della lampada del fanale e con la legna del treno appicca un incendio, proprio al centro di un'arcata del ponte. Poi entra nel campo sudista ove trova una divisa per cambiarsi, e riesce a dare l'allarme.

Quando i nordisti arrivano al ponte un ufficiale afferma che non è bruciato abbastanza da impedire il passaggio: la locomotiva passa, ma quando arriva al centro rovina nel fiume (la scena è girata dal vero, senza modellini), sorprendendo i nordisti che restano così imprigionati nel territorio nemico.

Tra le due sponde, si schierano i due eserciti e scoppia una battaglia finché i nordisti non si ritirano. Johnnie spara un colpo di cannone che va a schiantarsi proprio sulla vicina diga, facendo allagare il fiume che travolge gli ultimi nordisti nascosti tra le rocce.
Tornato all'accampamento il comandante, un generale sudista, gli fa togliere l'uniforme perchè ha ammesso che non è sua, non per punirlo, ma per offrirgli quella da tenente.

Johnnie è riuscito a vincere la sua guerra, pertanto torna orgoglioso dalla sua fidanzata. Ma non riesce a baciarla, perché ogni soldato che passa deve salutarlo con la destra. Alla fine si sposta sul lato sinistro e saluta tutti mentre bacia la sua donna.

Location

il film è stato girato nella cittadina di Cottage Grove nell'Oregon, perché aveva una certa atmosfera vetusta, simile a quella della Georgia ai tempi della guerra di secessione americana. Inoltre aveva una tratta a basso traffico, indispensabile per riprendere tutte le scene di inseguimento dei treni.

Immagine

Buster Keaton Impiegò circa 500 membri della Guardia dell'Oregon per utilizzarli sia come soldati dell'Unione che quelli dei confederati.

Locomotiva

La protagonista è la “Western & Atlantic Railroad” n.3 denominata "General". Questa è una locomotiva a vapore tipo 4-4-0 "american" costruita nel 1855 dai Rogers, Ketchum & Grosvenor a Paterson, New Jersey per la Western & Atlantic Railroad.
Oggi è conservata al Southern Museum of Civil War and Locomotive History di Kennesaw, in Georgia, ed è elencata nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici.

Immagine


Immagine


Immagine

Modellismo

Alcune aziende hanno riprodotto la General nelle scale H0 e superiori.
Tra queste ricordo:

Atlas

Immagine

Bachmann

Immagine

Immagine

Lionel

Immagine


Immagine


Tyco mantua

Immagine

Immagine

Tyco

Immagine

Immagine

Il film

Color seppia
https://www.youtube.com/watch?v=YWm587wKKVw

oppure
https://www.youtube.com/watch?v=iHlBMKtgPOA

Colorized & Sound Design
https://www.youtube.com/watch?v=d8ntQl055jI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: mercoledì 10 marzo 2021, 10:11 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3863
Località: Brescia
The Show

Immagine

(Ridolini al varietà) è un cortometraggio muto del 1922 diretto, prodotto ed interpretato da Larry Semon (West Point, 16 luglio 1889 – Victorville, 8 ottobre 1928)

Immagine

in Italia conosciuto come Ridolini,

Immagine

che nella comica recita due personaggi: quella di un direttore teatrale e quella di un inserviente pasticcione.

Costui si era cucito addosso il profilo psicologico del clown che diverte senza far pensare. Con le sue comiche acrobazie, gag a raffica, semplici ma esilaranti, il cui ritmo tagliava il respiro, divenne un beniamino del pubblico, in particolare di quello europeo.
Mise a punto una maschera caratteristica dalla faccia infarinata e dai pantaloni ascellari

Immagine

(copiati da Paolo villaggio per il personaggio di Fantozzi) che lo identificò con il clown circense di vecchia tradizione.

Lo stereotipo del personaggio di Ridolini era spesso quello di un poveraccio dai buffi vestiti capace di ficcarsi in esilaranti situazioni, combinando guai per la sua dabbenaggine e le ire della polizia.

Anche i personaggi di Charlot e di Buster Keaton nacquero con lo scopo di far ridere il pubblico; tuttavia con caratteristiche diverse. Quelle di Chaplin tendevano spesso a far riflettere ed a sottolineare le misere condizioni del ceto inferiore dell' America degli anni venti.
Il personaggio di Keaton, sebbene fosse molto simile a quello di Charlot, di Ridolini, di Stanlio e Ollio, non sorrideva mai, assumeva sempre un atteggiamento contegnoso, come se volesse nobilitare la sua presenza.

Immagine

Al contrario di questi, Ridolini ha sempre il sorriso stampato sul volto ed è sempre in movimento agitando ogni parte del suo corpo. Pur avendo una indubbia levatura artistica, oggi è ritenuto un comico minore, ricordato soprattutto per aver lavorato sia con Stan Laurel sia con Oliver Hardy prima che i due si consorziassero
Infatti nel 1918 Semon diresse nella sua compagnia un giovane attore d'origine inglese, Stan Laurel, ma la loro collaborazione durò solo per lo spazio di tre film, tra cui Ridolini e la Belva Nera,

Immagine

mentre un altro attore, Oliver Hardy, ne divenne elemento di spicco

Immagine

Trama

In una serata di gala al varietà, il direttore (Semon) organizza tutto in grande e spedisce sul palco le sue attrici, mentre tutti il pubblico si appresta a sedersi sugli scranni e i sedili. Il primo numero è quello di un illusionista che fa sparire delle uova e degli animali, tuttavia nel teatro incominciano ad accadere i primi guai per colpa di una famiglia di grassoni che, mangiando frittelle e pizzette unte d'olio, fanno precipitare ogni tanto qualcosa in testa agli spettatori.
Mentre l'inserviente (ancora interpretato da Ridolini) è impegnato a mettere in ordine dietro le quinte,

Immagine

il mago continua ad imperversare coi suoi numeri, facendo fare ad un gallo delle pernacchie in faccia ad uno spettatore. Di seguito l'illusionista perde il controllo del pennuto che scappa dietro il palcoscenico. Ridolini lo agguanta, ma il gallo mangia dei semi di nitroglicerina e sputa fuoco e fiamme su tutto quello che incontra, persino il sedere del povero inserviente.

Successivamente costui cerca di imitare le magie dell'illusionista con un uovo che nasconde nella tasca posteriore dei pantaloni, ma l'arrivo del burbero responsabile del servizio pulizie (Oliver Hardy) rovina tutto perché gli molla un calcio nel sedere fracassandogli nei pantaloni l'uovo. Per non far guai, Ridolini viene mandato da Ollio a spostare un carro delle pulizie, ma nel tragitto il clown urta un barile di fuliggine che cadendo davanti ad un grande ventilatore spande tutta la polvere sul pubblico.

Ollio è ormai disperato e non sa più come comportarsi con quel pasticcione, ma approffitta della confusione con dei suoi scagnozzi per rubare i gioielli di un attrice. Eroicamente Ridolini accorre in suo aiuto, ma viene inseguito dai quattro banditi che per sfuggire alla polizia salgono col bottino su un treno già in movimento, correndo lungo i tetti dei vagoni.

A questo punto inizia la parte prettamente ferroviaria.

Larry Semon li vede dalla strada e chiama gli agenti che ingaggiano un conflitto a fuoco con i malviventi. Inizia così un rocambolesco inseguimento a piedi, in macchina ed in motocicletta. Infine Larry salta sul treno, raggiunge la locomotiva e lotta con i cattivi mettendoli a Ko.

La disastrosa fuga termina quando questa colpisce un carro pieno di dinamite che esplode; tuttavia lui sopravvive, recupera i gioielli e viene curato dalla ragazza e dalle sue inservienti. E' leggermente acciaccato, ma felice e trionfante, tuttavia si rende conto che l'avventura vissuta era solamente un sogno.

Il film completo

https://www.youtube.com/watch?v=ZD5_n9MY3tI

https://www.youtube.com/watch?v=f1N8rVDitpQ


Ps

Nel commento mi sono dimenticato di elencare le due locomotive protagoniste: la UP 1237, la UP 1236.

Entrambe appartengono alla classe T-57 4-6-0 "Ten Wheeler" ed hanno le seguenti cratteristiche:

Veloctà massima: 87 km/ora
Distribuzione: Walschaerts
Diametro delle ruote motrici: 57 pollici (144,78 cm), poi ricostruito a 62 pollici (157,48 cm)
Sforzo di trazione massimo: 21.318 libbre - 9.6697 tonnellate (19.565 libbre con queller da 62 pollici)
Peso in ordine di marcia (motore e tender): 238.433 libbre – 108,151 tonnellate.

Tuttavia, pur essendo simili, hanno una storia differente.

La 1237 fu costruita nel novembre 1890 dalla Cooke Locomotive & Machine Co. di Paterson, New Jersey, col n. progressivo 2048, per l'allora ferrovia Union Pacific Railway (UPRy).
Questa azienda produsse locomotive a vapore dal 1852, fino a quando non si fuse con altre sette società per formare l'American Locomotive Company (ALCO) nel 1901

La loco nel 1915 assunse il numero UP 1237, precedentemente era classificata UPRy 1471. Fu radiata nel novembre 1926.

La 1236 fu costruita nel dicembre 1890 dalla Rhode Island Locomotive Works col n. di matricola 2474, questa era un'azienda produttrice di locomotive a vapore di Providence, Rhode Island. Ne fabbricò più di 3.400, tra il 1867 e il 1906, quando lo stabilimento fu chiuso. Al suo apice, impiegava circa 1.400 uomini che potevano allestire circa 250 locomotive all'anno.

La macchina nel 1915 assunse il numero UP 1236, precedentemente era classificata UPRy 1440. Fu radiata nell'agosto 1929.

Questa è la 1236,

Immagine

però non ho trovato foto specifiche della 1237, tuttavia era simile alla 1242 esposta nei Botanic Gardens di Cheyenne, nello Stato del Wyomoing.

Immagine

Immagine

Immagine


Modellismo

L'unica T 57 riprodotta in scala H0 è quella della Keystone Models che qui potete vedere in una foto miserrima.

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 94 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice