Oggi è sabato 17 aprile 2021, 3:55

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: venerdì 4 dicembre 2020, 22:34 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 ottobre 2010, 10:39
Messaggi: 1253
Località: Sutri (VT)
Lavoro fantastico Chicco, non si potrebbero fare ma i complimenti te li faccio comunque.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: sabato 5 dicembre 2020, 7:09 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 425
Wow!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: martedì 8 dicembre 2020, 22:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2161
Località: piemonte
Intanto che mi esibivo nella realizzazione della pavimentazione, lavoro piuttosto noioso e ripetitivo, per distrarmi mi sono anche dedicato a realizzare le quinte di chiusura della maquette su tre lati, per dare l’illusione di un cortile di un insediamento industriale, lasciando libero lo spazio dirimpetto all’osservatore.
La parete di destra di chi guarda è chiusa da tre campate di capannone con copertura a shed, di una tipologia ricorrente nel linguaggio di architettura industriale di fine ‘800, con tre aperture a sagoma ferroviaria, percorribili quindi dai carri merci per le operazioni di carico e scarico all'interno dei capannoni, mentre il lungo edificio frontale ha un piano caricatore disposto a tutta lunghezza.
Come mia abitudine ho realizzato i fabbricati in mdf da 4 mm e tagli fatti con una troncatrice a lama circolare, per ottenere figure geometriche semplici, poi assemblate con colla vinilica.

Allegato:
44.JPG
44.JPG [ 261.14 KiB | Osservato 1218 volte ]


Nella seconda foto si vede un torchietto realizzato per mantenere pressati i pezzi in attesa che la colla faccia presa (circa un’ora).

Allegato:
45.JPG
45.JPG [ 242.25 KiB | Osservato 1218 volte ]


La parete che simula l’edificio lungo, in realtà, l’avevo già bell’e pronta avendo costruito per il mio plastico principale una rimessa locomotive a un binario riproducente un edificio di progettazione tipicamente RM. Avevo realizzato, già che c’ero, il doppio dei pezzi necessari, temendo qualche errore che poi non c’è stato.

Allegato:
46.JPG
46.JPG [ 224.38 KiB | Osservato 1218 volte ]


Mancava ancora un pezzo di quinta e allora per semplicità ho realizzato il muro di cinta dello stabilimento, sempre in mdf, con listelli e listellini navali.

Allegato:
47.JPG
47.JPG [ 243.73 KiB | Osservato 1218 volte ]


Un poco di colore a tempera, steso su una mano di cementite carteggiata in maniera grossolana aiuta a dare una prima idea del risultato.

Allegato:
48.JPG
48.JPG [ 220.26 KiB | Osservato 1218 volte ]


La sola falda del tetto visibile dell’edificio lungo poneva il problema della copertura, e allora mi sono ricordato di un cartoncino acquistato in un negozio di belle arti, stampato a righe, che poteva benissimo imitare la lamiera gracata, un po’ più nobile della lamiera ondulata, si tratta pur sempre di un edificio di prestigio!
Gli elementi sono stati ritagliati in lastre di piccole dimensioni e posati con interposto, tra ogni corso, un listellino di noce da 1 mm per simulare i giunti e dare un poco di movimento. Non ho dimenticato di predisporre una conversa per uno sfogatoio.

Allegato:
49.JPG
49.JPG [ 232.17 KiB | Osservato 1218 volte ]


Allegato:
50.JPG
50.JPG [ 240.54 KiB | Osservato 1218 volte ]


Allegato:
51.JPG
51.JPG [ 218.38 KiB | Osservato 1218 volte ]


La grondaia è un listello di tiglio, sempre navale, a ½ tondo mentre il festone che al vero impedisce alle teste dei puntoni di bagnarsi è la lamierina seghettata che nelle confezioni di domopack serve per tagliare la pellicola. Il tutto è stato verniciato con le tempere.

Allegato:
52.JPG
52.JPG [ 200.75 KiB | Osservato 1218 volte ]


Ed ecco qualche veduta, fotografata alla luce solare che ha il vantaggio di creare delle bellissime ombre scure, basta scegliere l'ora della giornata più favorevole.

Allegato:
53.JPG
53.JPG [ 230.4 KiB | Osservato 1218 volte ]


Allegato:
54.JPG
54.JPG [ 237.74 KiB | Osservato 1218 volte ]


Allegato:
55.JPG
55.JPG [ 222.85 KiB | Osservato 1218 volte ]


Nella prossima puntata parleremo dei serramenti, grazie per l’interesse!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: martedì 8 dicembre 2020, 23:42 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 agosto 2013, 14:28
Messaggi: 803
Località: Bologna
Tanto ingegno, poca spesa e moltissima resa....
Semplice no ???
Una visita a Capolinea, prima di iniziare un plastico, merita assolutamente !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: martedì 8 dicembre 2020, 23:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 novembre 2018, 16:40
Messaggi: 1013
Località: Borgosesia (VC)
Veramente notevole!
Tanti spunti interessanti...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 8:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2423
Località: Bracciano (Roma)
Veramente interessante. Ogni angolo ed ogni particolare è attentamente studiato e realizzato.
Bravissimo Chicco!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 9:59 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2161
Località: piemonte
grazie a tutti!

ANDREA CAVALLI ha scritto:
Tanto ingegno, poca spesa e moltissima resa....


si e no, per tagliare la vetronite ramata a strisce da usare come traversine ho dovuto acquistare una trancia...

Allegato:
vetronite.jpg
vetronite.jpg [ 199.48 KiB | Osservato 1113 volte ]


Allegato:
trancia.JPG
trancia.JPG [ 213.21 KiB | Osservato 1113 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 11:02 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2423
Località: Bracciano (Roma)
Di la verità: di giorno lavori traversine e di notte tagli banconote ! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 14:29 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 16:31
Messaggi: 7251
Località: Fabriano
Chicco a me piace tutto, tantissimo, ma una domanda, anzi una osservazione te la voglio fare, perchè usi l' mdf? Pesa tanto! E basta un minimo di umidità che... se ne va tutto a signorine allegre.
Oh, intendiamoci, se ti ci trovi bene, usalo sempre!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 18:59 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1709
Località: Trieste
e per montare gli edifici hai acquistato una gru edile?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 19:24 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2161
Località: piemonte
lucaregoli ha scritto:
Di la verità: di giorno lavori traversine e di notte tagli banconote ! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Vero, ma adesso é un disastro, con questo tempaccio non asciugano e poi son tutte ammosciate, mi tocca passarci il ferro da stiro. Si va a rilento.

Torrino-Pollino ha scritto:
Chicco a me piace tutto, tantissimo, ma una domanda, anzi una osservazione te la voglio fare, perchè usi l' mdf? Pesa tanto! E basta un minimo di umidità che... se ne va tutto a signorine allegre.
Oh, intendiamoci, se ti ci trovi bene, usalo sempre!

A Fabrì! Ti ringrazio per la domanda, come dicevano i nostri politici della Prima Repubblica, e poi parlavano d’altro…
Intanto vengo da una lunghissima esperienza progettuale nell’ambito dell’arredamento, in cui l’mdf (medium+density+fibreboard) viene usato come il pane, ha un peso specifico di Kg/ m3. 900/800 ma ne esiste anche una versione leggera (light) da 600/550.
E’ un materiale tutto pasta, stessa densità interno/esterno, si lavora benissimo con scarsissimi attrezzi, si incolla con colla vinilica, si vernicia con economicissime tempere e il manufatto é molto robusto.

Allegato:
10 kg.JPG
10 kg.JPG [ 234.08 KiB | Osservato 981 volte ]


Il mio falegname, che mi tollera, mi lascia usare tutti i suoi macchinari, e con l’mdf porto i fogli da lavorare allo spessore che più mi aggrada con una calibratrice.
In più realizzo tutti i listelli che mi occorrono, per davanzali, cornicioni, mensole, travi.
I muri degli edifici hanno un loro spessore e alle volte questo é visibile, vedi una rimessa locomotive. Con l’mdf anche lo spessore in scala si può fare.
Può darsi che sia abbastanza sensibile all’umidità, ma una volta verniciato non soffre, altrimenti non verrebbe usato per I mobili.
In ogni caso anche qui, su nel nord-ovest, non si vive più nelle caverne da molte generazioni, e la mia location del plastico non subisce che lievi sbalzi di temparatura.
Lo so bene che a te piace la plastica, ma a me no, non ho mai imparato ad incollarla bene.
Non sopporto più nemmeno il materiale rotabile di plastica ed é per questo che mi sono convertito all’ottone.
Poi un lavoro così con la plastica proprio non saprei farlo:
Ho cambiato disposizione di un edificio sul plsatico industriale e ho dovuto affettare un fabbricato in diagonale. In mdf, con la sega a nastro per fare Ie travi del tetto (al vero) é stato un attimo…
Basta sempre ricordarsi dove hai le dita.

Allegato:
taglio 1.JPG
taglio 1.JPG [ 232.17 KiB | Osservato 981 volte ]


Allegato:
taglio 2.JPG
taglio 2.JPG [ 258.35 KiB | Osservato 981 volte ]


nanniag ha scritto:
e per montare gli edifici hai acquistato una gru edile?


No, no, tutto a mano, al massimo una carrucola, siamo nel 1919, che diamine!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 19:35 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1709
Località: Trieste
ma, c'è una cosa che non mi quaglia: nella prima immagine di questo filetto si vede un fichissimo piano inclinato per i carri. poi nelle altre foyo è sparito. hai cambiato idea e l'hai rimosso? anche gli edifici e la loro disposizione è diversa...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 19:46 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2161
Località: piemonte
Niet, questo filetto é dedicato alla piccola maquette sperimentale dalle dimensioni di cm 95 x 31 e dedicata ad Ettore Cardìni, che ho realizzato allo scopo di verificare la bontà progettuale soprattutto delle rotaie Phoenix, e a testare alcune altre soluzioni tutte rigorosamente autocostruite, La foto cui ti riferisci riguarda una maquette di maggiori dimensioni, avente a tema un cotonificio, che adotterà tutte le ricadute tecnologiche del presente esperimento. In quella più grande c'é effettivamente un piano inclinato per traslare i carri, ma quella é un'altra storia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 21:09 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 16:31
Messaggi: 7251
Località: Fabriano
Chicco, senti da quale pulpito arriva la predica, finisci qualcosa!!!
E compra delle buone mascherine al tuo povero falegname, con tutta la polvere che gli procuri!
A me oggi sono arrivate delle fantastiche lastrine di mattoni slater's.... in polistirene.
Mi avessero regalato un rene, non ero così contento!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA MAQUETTE CARDINI
MessaggioInviato: mercoledì 9 dicembre 2020, 22:05 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2161
Località: piemonte
Torrino-Pollino ha scritto:
finisci qualcosa!!!

E perché mai? io, poi, sono un progettista, e come tale eseguo i progetti e delego ad altri la realizzazione. Con 'sti trenini devo fare tutto io e dopo un po' m'annoio.
Non ti posto i miei mattoni tagliati al laser su mdf, che poi devi scendere e mettere le tue lastrine nel cassonetto.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice