Oggi è sabato 17 aprile 2021, 4:32

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: mercoledì 14 ottobre 2020, 13:39 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
Piccoli passi…

Ho iniziato la costruzione di qualche edificio di contorno…

Allegato:
0001 20200905_141149.jpg
0001 20200905_141149.jpg [ 117.21 KiB | Osservato 2188 volte ]


 
Allegato:
0002 1973.10.04 DL Treviso Snatmann.jpg
0002 1973.10.04 DL Treviso Snatmann.jpg [ 166.22 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0003 20200913_103114.jpg
0003 20200913_103114.jpg [ 92.31 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0004 1973.09.03 DL treviso Cividini.jpg
0004 1973.09.03 DL treviso Cividini.jpg [ 177.25 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0005 20200913_103138.jpg
0005 20200913_103138.jpg [ 112.09 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0006 1978.05.14 DL Treviso Enrico Paulatti.jpg
0006 1978.05.14 DL Treviso Enrico Paulatti.jpg [ 127.29 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0008 20201013_234853.jpg
0008 20201013_234853.jpg [ 74 KiB | Osservato 2188 volte ]



…ma prima di proseguire con la parte superiore ho voluto/dovuto dedicarmi alla parte elettrica: sia per la comodità di poter lavorare con i moduli in verticale, sia per la possibilità d’intervento con modifiche meno invasive in caso di malfunzionamenti e/o errori…

Premetto che ho “dovuto” sezionare tutti i binari perché al momento non possiedo macchine digitali. Quindi ho predisposto tutte le discese elettriche sia delle parti sezionate che dei cuori degli scambi.

 
Allegato:
0010 20200915_203947.jpg
0010 20200915_203947.jpg [ 112.31 KiB | Osservato 2188 volte ]


 
Allegato:
0011 20200915_203944.jpg
0011 20200915_203944.jpg [ 162.11 KiB | Osservato 2188 volte ]


 
Allegato:
0012 20200916_001633.jpg
0012 20200916_001633.jpg [ 134.77 KiB | Osservato 2188 volte ]


 
Allegato:
0013 20200916_001645.jpg
0013 20200916_001645.jpg [ 182.55 KiB | Osservato 2188 volte ]


Verificato che tutti i binari fossero correttamente alimentati, ho completato la massicciata…

Allegato:
0020 20200924_222153.jpg
0020 20200924_222153.jpg [ 206.33 KiB | Osservato 2188 volte ]


Allegato:
0021 20200924_222251.jpg
0021 20200924_222251.jpg [ 278.02 KiB | Osservato 2188 volte ]

 


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: mercoledì 14 ottobre 2020, 16:09 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
Non avendo l’obiettivo di realizzare un diorama operativo, non avevo intenzione né di elettrificare i binari né di motorizzare i deviatoi e tantomeno polarizzarne i cuori.

Però visto che ormai il più era fatto, …e per non pregiudicare in futuro eventuali sviluppi funzionali, ho cercato di predisporre il tutto per il “movimento”….: ecco il motivo dei sezionamenti dei binari, dell’isolamento elettrico dei cuori dei deviatoi, del movimento meccanico degli aghi…

Per il movimento degli aghi, e contemporanea polarizzazione del cuore, sicuramente la soluzione più semplice sarebbe stata comprare l’apposito motore sottoplancia…

Scimmiottando qualche articolo visto a suo tempo nelle riviste e in qualche forum ho provato a realizzare un movimento manuale. La scelta più ovvia è usare un deviatore per polarizzare il cuore e muovere gli aghi allo stesso tempo.

…quindi schizzo veloce dell’idea…

Allegato:
0029.jpg
0029.jpg [ 159.99 KiB | Osservato 2153 volte ]


…prototipo realizzato con un pezzo di plastica bianca (molto rigida… …forse plex…) trovata a casa…

 
Allegato:
0030 20201002_181850.jpg
0030 20201002_181850.jpg [ 113.94 KiB | Osservato 2153 volte ]


E una volta provato, ecco la conferma dei dubbi che avevo…

L’interruttore non ha abbastanza corsa per muovere con sicurezza e senza incertezze gli aghi…

Allegato:
0031_20201002_184658.jpg
0031_20201002_184658.jpg [ 202.06 KiB | Osservato 2153 volte ]


Comunque lo sconforto è durato un istante... ...la soluzione era semplicissima e a portata di mano...
 


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: giovedì 15 ottobre 2020, 14:21 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
La corsa di circa 5 mm dei deviatori che avevo comprato, complice ovviamente la flessibilità del filo d’acciaio armonico inserito verticalmente nel cursore, non è sufficiente per permettere agli aghi degli scambi un movimento meccanico preciso e sicuro.

Allegato:
0028 20201015132040542_0002.jpg
0028 20201015132040542_0002.jpg [ 207.18 KiB | Osservato 2030 volte ]



La prima idea che mi è venuta è stata di creare una leva di 1° grado con il fulcro più vicino al cursore.

Allegato:
0029 20201015132040542_0001.jpg
0029 20201015132040542_0001.jpg [ 199.81 KiB | Osservato 2030 volte ]


 
Su quella che avrebbe dovuto essere la “piastrina di alluminio” ho fatto al posto dell’asola, un foro che fa da fulcro all’astina in acciaio armonico, piegata poi a 90° e inserita lateralmente al cursore in modo che potesse ruotare liberamente.

Allegato:
0030 20201003_102859.jpg
0030 20201003_102859.jpg [ 86.15 KiB | Osservato 2030 volte ]


 
Approntato il nuovo prototipo e verificata la più che soddisfacente funzionalità…

Allegato:
0031 20201002_223103.jpg
0031 20201002_223103.jpg [ 222.57 KiB | Osservato 2030 volte ]


Allegato:
0032 20201002_223117.jpg
0032 20201002_223117.jpg [ 200.39 KiB | Osservato 2030 volte ]



…non ho saputo attendere per procurarmi i materiale adeguati e previsti, così ho realizzato tutti e cinque gli "accrocchi" con materiali che avevo a portata di mano.

Allegato:
0033 20201003_111718.jpg
0033 20201003_111718.jpg [ 127.77 KiB | Osservato 2030 volte ]



…ultima cosa interessante, il costo… Io ho dovuto comprare solo i “deviatori a slitta per montaggio ad incasso”.. …0.70 euro/cad. !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: giovedì 15 ottobre 2020, 19:35 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 425
Perdonami, ma non so se ho ben capito.
Per girare uno scambio, devi mettere la mano sotto, identificare il micro, inserire il dito nel telaio che hai creato, e muovere la levetta nera con la punta del dito dato che in mezzo hai l'asta fulcrata di movimento. Giusto?
(L'idea di fulcrarla è geniale ...)
Ma non è decisamente molto problematico ...... se ho ben capito come dovrebbero funzionare?

Adesso dico la fesseria del secolo. Ocio .... :)
Ma costruirsi 5 macachi in scala realmente funzionanti, è un opzione difficile per le tue ... indiscutibili (dopo quanto visto) manualità?

Per il resto di quanto visto nelle immagini ... solita bocca aperta di ammirazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: giovedì 15 ottobre 2020, 19:46 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 14:10
Messaggi: 1272
Località: Ventimiglia
Complimenti , un ottimo sistema pratico economico ed efficace !!
Bravo !!
Ciao
Andrea


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: giovedì 15 ottobre 2020, 21:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
DOZ ha scritto:
Perdonami, ma non so se ho ben capito.
Per girare uno scambio, devi mettere la mano sotto, identificare il micro, inserire il dito nel telaio che hai creato, e muovere la levetta nera con la punta del dito dato che in mezzo hai l'asta fulcrata di movimento. Giusto?


No, sarebbe un casino...
Se vedi dagli schizzi che ho fatto, ho previsto un "tiretto" che ho portato all'esterno del telaio del diorama. Domani posterò delle foto per mostrare come ho fatto...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: giovedì 15 ottobre 2020, 21:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
DOZ ha scritto:

Adesso dico la fesseria del secolo. Ocio .... :)
Ma costruirsi 5 macachi in scala realmente funzionanti, è un opzione difficile per le tue ... indiscutibili (dopo quanto visto) manualità?

Grazie della fiducia ma non credo di essere in grado di realizzare un macaco in scala funzionante... e che contemporaneamente cambi la polarità del cuore...

Anche se non sarà un diorama operativo, in questo modo potrò far fare qualche giro di ruota a qualche modello...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: venerdì 16 ottobre 2020, 13:17 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
Fissare “sottoplancia” i cinque “accrocchi” è stato semplicissimo: avendo predisposto la piastrina in plastica con i fori di fissaggio al piano molto larghi, l’ho “pizzicata” tra due rondelle così, prima di serrare a fondo le viti, potevo spostarla e regolarne esattamente la posizione.

Forse si capisce meglio dalla foto.

Allegato:
0035 20201003_133524.jpg
0035 20201003_133524.jpg [ 124.55 KiB | Osservato 1794 volte ]



La rondella tra piano e piastrina in plastica in realtà l’ho dovuta inserire per compensare lo spessore della testa della vite 3M… L’ideale, per un lavoro pulito, sarebbe stato usare una piattina in alluminio, fare i fori e le asole necessarie e svasare i fori di fissaggio del deviatore, usando poi viti adeguate…

A questo punto ho potuto completare l’impianto elettrico saldando i cavi al deviatore e tagliare l’eccedenza dell’astina in acciaio armonico sotto il “piano del ferro”…

Allegato:
0036 20201010_125856.jpg
0036 20201010_125856.jpg [ 212.2 KiB | Osservato 1794 volte ]



Temporaneamente ho poi collegato con dei ponticelli tutti i sezionamenti, in attesa di preparare un semplice quadretto di comando.

 

 


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: venerdì 16 ottobre 2020, 13:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
Aver risolto, provvisoriamente, la commutazione elettrica del cuore per me era già più che sufficiente… ma perché diventar matti per muovere uno scambio, come correttamente ha osservato DOZ? Quindi ho voluto rendere più semplice il movimento.

In realtà avevo già previsto un foro per agganciare un eventuale tirante… Avevo in mente di usare dei fili d’acciaio, utili nei casi in cui la corsa del tirante degli aghi non sia ortogonale al telaio del plastico, tipo la guaina e cavo per freni di bicicletta
 
Allegato:
0038 universal-bicycle-bike-brake-cable-wire-170cm.jpg
0038 universal-bicycle-bike-brake-cable-wire-170cm.jpg [ 70.87 KiB | Osservato 1787 volte ]



oppure trovare da qualche demolitore i cavi usati per lo starter di vecchie auto, motorini, falciatrici…

Allegato:
0039 61Msv9L0K3L._AC_SY355_.jpg
0039 61Msv9L0K3L._AC_SY355_.jpg [ 36.12 KiB | Osservato 1787 volte ]


…oppure, come al solito, ingegnarsi con quello che avrei potuto trovare in garage…: tubetti in alluminio da 6 mm, tondini in ferro (forse acciaio perché ho dovuto tagliarli con un dischetto da taglio…), mammut e  …stecche d’ombrello avanzate dalle grondaie degli edifici…

L’importante era non realizzare un attacco troppo rigido tra tirante e deviatore per non causare danni per maldestri movimenti…: quindi tiretto rigido in tondino da 2 mm di diametro, piegato a “U” nella parte finale e poi a 90°… Per evitare che si impunti, ho piegato e non tagliato la parte che scorre nella guida. Il mammut permette, tramite il filo di acciaio armonico, di collegare non rigidamente il tiretto con il cursore. Il tondino è infilato dentro il tubetto di alluminio, già fissato alla struttura, e fuoriesce dal telaio dove andrà fissato un pomello…

Uno schizzo dei vari elementi e alcune foto di ciò che ho realizzato penso siano più esplicativi di tante parole per intuire il funzionamento.

Allegato:
0037 20201016140114050_0001.jpg
0037 20201016140114050_0001.jpg [ 207.22 KiB | Osservato 1787 volte ]

 
Allegato:
0040 20201011_195001.jpg
0040 20201011_195001.jpg [ 194.72 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0041 20201013_195749.jpg
0041 20201013_195749.jpg [ 120.17 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0042 20201013_195826.jpg
0042 20201013_195826.jpg [ 126.83 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0043 20201014_000825.jpg
0043 20201014_000825.jpg [ 204.56 KiB | Osservato 1787 volte ]

 
Allegato:
0044 20201014_000831.jpg
0044 20201014_000831.jpg [ 178.06 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0045 20201014_000842.jpg
0045 20201014_000842.jpg [ 154.45 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0046 20201014_000850.jpg
0046 20201014_000850.jpg [ 161.01 KiB | Osservato 1787 volte ]



Vi assicuro che tutto funziona dignitosamente e l’unica cosa da sostituire saranno i “pomelli” che escono dal telaio…

Allegato:
0047 20201014_000904.jpg
0047 20201014_000904.jpg [ 112.63 KiB | Osservato 1787 volte ]

Allegato:
0048 20201015_221505.jpg
0048 20201015_221505.jpg [ 119.07 KiB | Osservato 1787 volte ]


…ma conoscendomi resteranno gli stessi per un bel po' di tempo…


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: venerdì 16 ottobre 2020, 17:41 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 14:10
Messaggi: 1272
Località: Ventimiglia
..di nuovo ....un ottimo lavoro !!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: venerdì 16 ottobre 2020, 20:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 425
Pazzesco ... Però, come già detto, geniale :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: sabato 6 febbraio 2021, 23:47 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
...stato avanzamento lavori...

Allegato:
DL Treviso.jpg
DL Treviso.jpg [ 250.97 KiB | Osservato 939 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: domenica 7 febbraio 2021, 6:44 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 425
Permettimi un appunto. Ma solo perchè questa realizzazione merita la perfezione in tutto.
Rotaie e traverse un po' troppo rosse in alcuni punti. O forse effetto immagine,
Considera che nei depositi la prevalenza di colore dell'armamento è marrone molto scuro quasi grigio anche su rotaie, tendente al nero antracite dove le aree erano di sosta.
ma per il resto ..... ammirazione totale :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: domenica 7 febbraio 2021, 11:57 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2007, 9:42
Messaggi: 2108
Località: Treviso
DOZ ha scritto:
Permettimi un appunto. Ma solo perchè questa realizzazione merita la perfezione in tutto.
Rotaie e traverse un po' troppo rosse in alcuni punti. O forse effetto immagine,
Considera che nei depositi la prevalenza di colore dell'armamento è marrone molto scuro quasi grigio anche su rotaie, tendente al nero antracite dove le aree erano di sosta.
ma per il resto ..... ammirazione totale :)


Effettivamente delle zone sono ancora troppo rosse... ...un po' può essere colpa della foto, un po' perché ci sono ancora molte correzioni da fare (per questo veramente gradite sono le tue osservazioni ed indicazioni)... Comunque il lavoro non è ancora assolutamente finito.
Una "sporcatura" totale sarà data alla fine (mancano ancora sentieri e molti altri particolari...) e comprenderà binari, massicciata, edifici, attrezzature e veicoli... Sto facendo alcune prove, sia con colori molto diluiti, sia con tempere e pennello asciutto... Non sono bravo con i colori ma l'effetto finale vorrei che evocasse questo:

Allegato:
0001 1976.09.21 DL Treviso George Woods.jpg
0001 1976.09.21 DL Treviso George Woods.jpg [ 157.29 KiB | Osservato 856 volte ]


Ci sono zone con colori molti diversi anche perché bisogna tener conto che il piano binari davanti all'officina ha avuto tantissimi rimaneggiamenti in "pochi" anni (dal 1965 al 1990)...


Aggiungo ancora qualche foto...

Allegato:
0001 20210205_111136.jpg
0001 20210205_111136.jpg [ 191.84 KiB | Osservato 856 volte ]


Allegato:
0001 20210205_111414.jpg
0001 20210205_111414.jpg [ 230.87 KiB | Osservato 856 volte ]


Allegato:
0002 20210205_140652.jpg
0002 20210205_140652.jpg [ 191.25 KiB | Osservato 856 volte ]


Allegato:
0002 20210205_141059.jpg
0002 20210205_141059.jpg [ 159.83 KiB | Osservato 856 volte ]



...le ultime due le ho fatte con il portone aperto... ...con la luce quasi naturale, cambiano anche i colori...

Allegato:
0003 20210207_102346.jpg
0003 20210207_102346.jpg [ 201.28 KiB | Osservato 856 volte ]


Allegato:
0003 20210207_102524.jpg
0003 20210207_102524.jpg [ 235.18 KiB | Osservato 856 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Deposito Locomotive Treviso
MessaggioInviato: lunedì 8 febbraio 2021, 11:39 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 425
Ottimo.
Considera sempre che sui binari officina non ci mettono mai rotaie nuove, ma quelle dismesse da linea che sono in buone condizioni per velocità massime da DL: ovvero 10 kmh
Rotaie che quindi hanno già sporco e incidenza meteo accumulata. A cui si aggiunge carbone, grasso, olio, nafta, sabbia e quant'altro ogni macchina che si rispetti, perde
;)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 136 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice