Oggi è martedì 31 gennaio 2023, 12:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sun-Ways
MessaggioInviato: mercoledì 18 gennaio 2023, 21:53 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 4011
Località: Brescia
La startup svizzera Sun-Ways, in collaborazione con EPFL (il Politecnico di Losanna), e l'agenzia svizzera per l'innovazione Innosuisse, sta progettando un impianto fotovoltaico con dei nuovi pannelli solari "ferroviari", installabili fra le rotaie delle linee ferroviarie.

Questo sarà posato su un tratto di binario di proprietà dell'operatore ferroviario svizzero “Transports Publics Neuchâtelois SA”.

Il sistema di fissaggio è dotato di sensori che consentono di monitorare in tempo reale il corretto funzionamento dell'impianto e sono in grado di segnalare eventuali guasti o malfunzionamenti.
Per pulire i pannelli solari posti tra le rotaie, si utilizzano spazzole cilindriche da porre all’estremità del convoglio per rimuovere automaticamente lo sporco al passaggio del treno.

Il progetto pilota interesserà un tratto della rete ferroviaria di transN, Transports publics neuchâtelois, vicino alla stazione Buttes.
L'intero dispositivo verrà preassemblato in officina, quindi caricato su un treno speciale che posizionerà la centrale solare tra le rotaie, come un tappeto che si srotola.

Se si otterranno i risultati sperati, il potenziale sarebbe enorme, ha affermato la società, sottolineando che la confederazione elvetica ha una rete ferroviaria che si estende per quasi 7.000 chilometri.
Un tale percorso potrebbe generare fino a 1 TWh di energia, secondo quanto calcolato da Sun-Ways.

In Europa la rete ferroviaria si estende per circa 260.000 chilometri, ed in tutto il globo ci sono circa 1,16 milioni di chilometri di rotaie.
Sun-Ways ha già preso contatto con potenziali investitori sia nel Vecchio Continente, che negli Stati Uniti.

https://www.pv-magazine.com/2023/01/13/ ... -railways/

Mie considerazioni

Facciamo un po' i conti:

- Interbinario tra 1420 mm e 1440 mm. Per semplificare i calcoli utilizzo 1500mm
- Larghezza del pannello: 1000mm
- Occupazione delle rotaie in lunghezza dai pannelli (si vede dalle foto) circa 80%
- Quindi 1 Km di rotaie = circa 800 mq di pannelli
- 7000 Km = 7000 x 800 = 5,6 milioni di mq di pannelli
- I pannelli sono orizzontali, quindi con una resa molto bassa, max 15% (probabilmente molto meno)
- Irraggiamento a mezzogiorno in condizioni ideali: 1300 Watt
- Quindi NELLE CONDIZIONI IDEALI avremmo 1300 x 0,15 x 5.600.000 = 1.092.000.000 Watt, quindi UN GIGAWATT di produzione max

Considerando che i pannelli sono anche in mezzo ai palazzi, nei boschi, esposti a Nord, dietro le montagne, nelle stazioni, ombreggiati da innumerevoli muretti che fiancheggiano le rotaie, che si sporcheranno di olio (non lo si toglie con una spazzola) ecc, secondo me quelli della Sun-Ways sono stati ottimisti nelle previsioni, visto che la produzione reale sarà forse UN QUARTO di quella appena calcolata.
E sono generoso.

In italia ci sono circa 24.564 km di binari, ammettiamo anche che utilizzabili siano solo 20.000, secondo Sun-Ways dovrebbero produrre 2,86 TWh.

Però non hanno calcolato che da noi durerebbero poco, visti gli innumerevoli furti di materiale ferroviario.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sun-Ways
MessaggioInviato: mercoledì 18 gennaio 2023, 22:49 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 gennaio 2014, 7:20
Messaggi: 1185
Sottoscrivo in pieno la considerazione, anche se mi "brucia" un po' l'ultima frase.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sun-Ways
MessaggioInviato: mercoledì 18 gennaio 2023, 23:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 5478
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Ma per piacere.
Degna idea di Spennacchiotto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sun-Ways
MessaggioInviato: giovedì 19 gennaio 2023, 5:12 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 gennaio 2014, 7:20
Messaggi: 1185
In che senso?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sun-Ways
MessaggioInviato: giovedì 19 gennaio 2023, 9:27 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 5478
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Da conoscitore e addetto ai lavori energetici, robetta da MW, una cosa del genere ah solo costi e nessuna resa.
Già il fotovoltaico sui tetti, se non sei in aperta campaga e con giusto orientamento, ha delle rese che non ripagheranno mai la spesa (l'investimento è quando hai delle rese che coprono e fanno principalmente gadagnare).
Qui poi i costi di manutenzione sono esagerati, e pure l'impiego di rame e la distribuzione dei pannelli abbattono la resa do 70% rispetto ad un tetto, poi viene quanto già evidenziato prima.
Insomma un'idea come il ponte sullo stretto di Messina, opera poco utile, con un costo che non si ripaghera mai: magari con un pedaggio a 1000 € qualcosa si porta a casa, ma poi non lo usa nessuno. Sorvolando: sulla zona sismica, sui venti, e su fatto che Calabria e Sicilia si spostano ogni anno di qualche mm.
Dimenticando che non c'è bisogno di nuove fonti energetiche, basta usare meglio quelle esistenti e spegnere tutto quanto non porta nessun beneficio a nessuno: esempio esagerate illuminazioni stradali e di edifici impresenziati, ecc. ecc..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sun-Ways
MessaggioInviato: giovedì 19 gennaio 2023, 9:59 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1406
Località: venezia
Tra le rotaie dello stesso binario o non piuttosto tra binari vicini ?
Nel primo caso come andrebbe lo spazzaneve ? in Svizzera nevica parecchio.
Ho letto di pannelli lungo le autostrade, ma posti al di sopra e inclinati vs sud, non vedo vantaggi a mettere pannelli a terra orizzontali, solo rischi.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice Srl - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it
Direttore editoriale: Luigi Cantamessa - Amministratore unico: Aldo Baldi - Direttore responsabile: Pietro Fattori.
Registro Operatori della Comunicazione n° 37957. Partita Iva IT 05448560283 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice Srl