Oggi è domenica 14 luglio 2024, 2:45

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: martedì 18 giugno 2024, 14:37 
Non connesso

Nome: Diego Cecchini
Iscritto il: sabato 18 giugno 2022, 1:15
Messaggi: 180
È passato un po' di tempo dal mio ultimo post in questa sezione, ma tra il dire e il fare... Succedono un sacco di casini e il tempo passa :D
Nonostante tutto, pian pianino vedo la luce in fondo al tunnel (tradotto: sto riuscendo a liberare lo spazio in cui vorrei costruire il plastico) e quindi vorrei iniziare ad affrontare un po' di dubbi che fanno parte delle scelte da fare prima di pensare al progetto.

Il primo "dilemma" era quello dell'armamento, che è superato, quindi passiamo al successivo: Ho a cuore l'ambientazione italiana, le macchine fino all'epoca IV e al limite qualcosa dei primissimi anni della V, ma allo stesso modo, subisco il fascino delle macchine tedesche, anche qui fermandosi bene o male allo stesso periodo storico. In realtà subisco il fascino di quasi tutte le ambientazioni/amministrazioni, ma limitiamoci a queste due :D
Per capirci, attualmente il mio modesto parco rotabili è formato indicativamente al 65% da materiale italiano, con il restante che è tedesco.

A questo punto direi che le possibili soluzioni sono:
1) fare il plastico tutto italiano e quando ne ho voglia farci girare sopra qualche rotabile tedesco (tenendo la cosa segreta onde evitare che arrivi la polizia dei plastici a sequestrare tutto :lol: :lol: )
2) viceversa fare il plastico tutto tedesco e poi farci girare anche materiale italiano (ma che al momento avrebbe meno senso vista la proporzione dei rotabili, a meno che domani non mi sveglio cambiando idea)
3) fare un impianto diviso in due, con due ambientazioni distinte.*
4) qualche altra soluzione a cui magari non ho pensato e che magari potete suggerirmi

*Nel terzo caso ovviamente l'ispirazione arriva dal progetto 4S di Luca Solis viewtopic.php?f=7&t=109662 (sì, nel suo caso c'è anche la parte RhB al livello superiore, ma io per vari motivi mi fermerei a FS/DB, così come escludo la possibilità di fare due impianti sovrapposti).

Idealmente lo spazio da dedicare al plastico sarebbe 5,5 x 3,5 metri, per cui se l'idea iniziale era di avere un impianto perimetrale con due stazioni FS sui lati lunghi del plastico (una di città da un lato e di fronte una un po' più piccola, possibilmente sullo stile marittimo/ligure, prendendo spunto dal plastico Milano Chiaravalle di Silvio Assi) potrebbe stuzzicarmi l'idea di mantenere più o meno lo schema sopra descritto, ma facendo stazione di città tedesca da un lato e stazione marittima italiana dall'altro. Chiaramente in questo caso, sempre sulla falsariga di 4S, andrebbe poi studiato il tracciato in modo da fare il tutto come se fossero due impianti indipendenti.

Queste bene o male le riflessioni che ho fatto sul momento, qualsiasi spunto è ben accetto :)

Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: martedì 18 giugno 2024, 17:13 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 18:19
Messaggi: 408
Località: Venezia
E fare una immaginaria, ma verosimile, stazione di confine tipo Brennero o Tarvisio, sostituendo l'Austria con la Germania?
Saluti
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: martedì 18 giugno 2024, 18:39 
Non connesso
Avatar utente

Nome: ViaFer
Iscritto il: lunedì 6 febbraio 2017, 21:59
Messaggi: 135
Località: Vasanello, 8Km da Orte, Alto Lazio
Ciao,
come ha detto Michele, fino ad oggi ci sono locomotive del parco DB che arrivano fino a Brennero e Tarvisio Boscoverde. Se fai una ricerca su Google, cercando gli EC/EN/Exp del passato con materiale rimorchiato FS e ÖBB/DB, vengono trazionati da macchine dei gruppi DB 101, DB 110, DB 139, DB 140, DB 141, DB 145, DB 151, DB 182 ecc. La stazione di confine sarebbe ideale, poichè puoi fare il lancio della locomotiva, cioè puoi "spingere" la loco a seconda della trazione, oltrepassando il tratto neutro, da una parte all'altra dell'impianto. Con le locomotive politensione multisistema, ciò viene meno, ma ancora oggi in diverse stazioni di confine avviene questa procedura. Su YouTube trovi diversi video.

A presto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: mercoledì 19 giugno 2024, 8:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 400
Località: Martignacco UD
Concordo con ViaFer, una stazione di confine ti offre un sacco di opportunità. Ti permette di far circolare mezzi di varie amministrazioni in un contesto coerente, senza forzature.
Anche io ho fatto la stessa scelta, prendendo come spunto Tarvisio Bosco Verde, meta privilegiata per osservare, fotografare e filmare mezzi di ogni genere ed amministrazione.
Anche oggi, periodo in cui c'è una grande uniformità di mezzi, si possono vedere livree di tutta europa, dall'Italia, all'Austria, alla Germania, alla rep. Ceca, all'Ungheria, alla Polonia.
Ricordo con piacere, il tempo degli Autozug Amburgo Trieste, quando al caimano in arrivo dal Friuli, si sostituiva una fiammante BR101 DB per potare il treno fino a destinazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: mercoledì 19 giugno 2024, 11:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 13:02
Messaggi: 2479
Località: ROMA
Io nel mio plastico di confine ho avvicinato le due realtà...anzi tre visto che ovviamente c'è anche l OBB.
Premetto che il mio plastico non riproduce stazioni esistenti perché volevo riprodurre una stazione terminale atta appunto al traffico di confine.
Per le due linee ho deciso di utilizzare due circuiti indipendenti a singolo binario così da poter far circolare i treni, sia OBB/DB sia FS Senza dover ritornare subito in stazione.
Le due linee abbandonano vicine la stazione e percorrono un tratto della linea in vista diciamo accostate ma a livello diverso. Poi il tutto scompare nella stazione nascosta dove sostano altri treni. La stazione ha due rimesse , una con rotonda ed è presente un parco per ricovero materiale...rigorosamente diviso in due vista la diversa alimentazione tra le due amministrazioni. Per la stazione posso ipotizzare che ogni loco può aprire IR ed entrare su qualsiasi binario per poi essere prelevata da loco diesel e rimessa sotto la propria alimentazione o posso semplicemente prendere i carri con loco diesel e posizionalrli sul binario idoneo. Posso anche decidere di far circolare tutto FS o tutto DB OBB.
Su youtube canale BRENNERLOK puoi vedere come sta venendo.

Buon plastico

Brenner


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: giovedì 20 giugno 2024, 9:37 
Non connesso

Nome: Diego Cecchini
Iscritto il: sabato 18 giugno 2022, 1:15
Messaggi: 180
Grazie a tutti e quattro :wink:

Vedo che siete tutti concordi riguardo la stazione di confine, cosa a cui avevo pensato fugacemente pure io, scartandola perché avevo semplificato eccessivamente il pensiero, del tipo "se è stazione di confine, può esser fatta solo tra paesi confinanti" ma ripensandoci a freddo e come mi avete fatto giustamente notare, non è un aspetto vincolante perché comunque i casi reali esistono e quindi una stazione di confine dove arrivano sia rotabili FS che DB (ed eventualmente altri) è plausibile.

Devo un po' rielaborare il concetto che avevo in mente, perché ero già arrivato ad avere l'idea generale di come fare un plastico a singola amministrazione e quindi devo fare un passo indietro e rivedere il tutto in questa nuova ottica per capire cosa posso creare nello spazio a disposizione, trovando il giusto equilibrio tra movimento in stazione e circolazione sul resto dell'impianto, ma indubbiamente l'idea è affascinante e dovrebbe permettere tante possibilità.

Intanto studierò un po' i vostri plastici e relativi video e mi acculturerò un po' sull'argomento ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: giovedì 20 giugno 2024, 16:31 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 13:02
Messaggi: 2479
Località: ROMA
Sono felice che tu abbia scelto la stazione di confine; come già ti è stato accennato ,ma lo avevo già intuito da te, gestire due amministrazioni ti dà molte più possibilità di divertimento; già il fatto di dover cambiare locomotiva e gestire due locomotive "diverse" affascina molto per non parlare della composizione dei convogli che potranno variare aggiungendo o togliendo carrozze, dando più possibilità di manovra in stazione o nei parchi adiacenti. Ti ricordo che l Italia non è confinante direttamente con la Germania quindi qualche mezzo OBB non lo dimenticare.
Buon lavoro e facci sapere.

Brenner


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: giovedì 20 giugno 2024, 23:14 
Non connesso

Nome: Diego Cecchini
Iscritto il: sabato 18 giugno 2022, 1:15
Messaggi: 180
BRENNERLOK ha scritto:
Sono felice che tu abbia scelto la stazione di confine; come già ti è stato accennato ,ma lo avevo già intuito da te, gestire due amministrazioni ti dà molte più possibilità di divertimento; già il fatto di dover cambiare locomotiva e gestire due locomotive "diverse" affascina molto per non parlare della composizione dei convogli che potranno variare aggiungendo o togliendo carrozze, dando più possibilità di manovra in stazione o nei parchi adiacenti. Ti ricordo che l Italia non è confinante direttamente con la Germania quindi qualche mezzo OBB non lo dimenticare.
Buon lavoro e facci sapere.

Brenner


Vabbè, se proprio insisti, qualcosa di austriaco ce lo aggiungiamo :lol: :lol: :lol:

Scherzi a parte, "scelto" diciamo che è un parolone, per ora ci sto riflettendo molto seriamente :D la soluzione è decisamente intrigante e probabilmente anche la più promettente, ma su certe cose sono molto riflessivo, quindi devo metabolizzare l'idea e poi decidere la strada di seguire, il che comporterà qualche notte insonne :lol:

Anche perché il tarlo della convivenza tra due amministrazioni mi è venuto in tempi abbastanza recenti, dopo mesi di ragionamenti in merito a un plastico solo FS. Quindi diciamo che devo fare un passo indietro e re-immaginare il tutto con una nuova configurazione/disposizione adatta allo scopo. Non tanto per la stazione di confine in se, quanto per il resto dell'impianto, in modo da dare il giusto spazio e possibilità di circolazione a tutti i rotabili.

Comunque intanto devo ancora preparare lo spazio, quindi ho il tempo per ragionare e progettare, ma senza prendermela troppo con calma, altrimenti non si combina mai nulla :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: sabato 22 giugno 2024, 17:16 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 ottobre 2008, 16:48
Messaggi: 738
Località: Nettuno (RM)
Ciao!

Provo a darti anche io la mia opinione.

Secondo me anche se facessi una stazione di confine il dilemma sulla limitazione di rotabili che possono circolarvi coerentemente rimarrebbe.

Un giorno potresti appassionati anche all'epoca IV francese, per esempio, o addirittura all'epoca 2 austriaca o alle vaporiere inglesi!

Beh, a quel punto tutti gli "sforzi" fatti per avere un'ambientazione coerente sarebbero "vani", no?

Secondo me devi concentrarti sul fare ciò che ti ispira maggiormente cercando ovviamente di essere quanto più coerente possibile con l'epoca e la zona di ambientazione: se il periodo che ti affascina maggiormente è di epoca IV Italiano e Austriaco (per esempio), allora fa' una stazione di confine (puoi riprenderla dal vero o inventarla di sana pianta prendendo semplicemente spunto, su questo non darti limitazioni!!!), dove a dire il vero o cambi trazione e la varietà di materiale rotabile darebbero molto movimento in più alla tua stazione.

Allo stesso tempo, però, non darti limiti!

Se la tua stazione è di confine e vi circolano materiali FS ed OBB di epoca IV, non vuole dire che un giorno tu non possa attrezzare una sessione con solo materiale FS oppure solo materiale OBB, semplicemente "trasportando" la tua stazione in un'altra località italiana, magari al centro o al sud, o Austriaca.

E se invece volessi fare una sessione tutta francese di inizio 1900? Ebbene sradica mentalmente la tua stazione dal confine e portala nella Francia di inizio '900 e fa circolare il materiale coerentemente con la sessione che vuoi mettere in atto quel giorno.

Insomma, va benissimo creare un'ambientazione che sia coerente con il materiale che vogliamo fare circolare, ma far circolare solo determinati treni "soltanto per essere coerenti" è una limitazione enorme che ci diamo alle nostre soddisfazioni e soprattutto al nostro divertimento.

Io faccio anche un po' di Epoca III FS e di Epoca III DB: non tanto per la FS, ma cosa dovrei fare con la DB? Stazione e paese è palesemente Italiano!

Ebbene ... Volo un po' con la fantasia e per me quella diventa una stazione tedesca!

Mica ho tempo, forze, soldi e voglia (ah, ... e spazio) per poter fare una stazione per ogni amministrazione che mi piace!

A presto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: lunedì 24 giugno 2024, 1:23 
Non connesso

Nome: Diego Cecchini
Iscritto il: sabato 18 giugno 2022, 1:15
Messaggi: 180
Celioth ha scritto:

Provo a darti anche io la mia opinione.

Secondo me anche se facessi una stazione di confine il dilemma sulla limitazione di rotabili che possono circolarvi coerentemente rimarrebbe.

Un giorno potresti appassionati anche all'epoca IV francese, per esempio, o addirittura all'epoca 2 austriaca o alle vaporiere inglesi!

Beh, a quel punto tutti gli "sforzi" fatti per avere un'ambientazione coerente sarebbero "vani", no?

[...]


Come sempre, prima di tutto ringrazio per la risposta e per l'interessante spunto di riflessione.

Diciamo che a questo punto ci sono arrivato dopo aver fatto svariati ragionamenti, che provo a schematizzare:

- è innegabile che bene o male ogni amministrazione o quasi abbia almeno un rotabile che per un motivo o per l'altro mi piace/attira, ma è anche ovvio che a meno di non ritrovarmi di colpo schifosamente ricco al punto di mettere in piedi un Gulliver's Gate II :lol: qualche limite me lo devo imporre.

- nonostante questo sia il mio primo plastico vero e proprio (non consideriamo i binari posati per terra o su una tavola su due cavalletti, idem il mio attuale PaP che è molto provvisorio) e che sia attivo con l'acquisto di modelli da solo un paio d'anni, direi di aver avuto già da prima abbastanza tempo per definire i miei gusti e i miei interessi, vuoi perché ho sempre seguito questo mondo da "spettatore", vuoi per un numero spropositato di ore passate su quasi ogni simulatore ferroviario esistente da MSTS in poi, ecc ecc. Ormai so cosa mi piace e perché, di conseguenza escludo che di punto in bianco mi prenda una passione sfrenata per un tipo di ambientazione/amministrazione che possa superare per numero e tipologia di rotabili desiderati i due oggetto di questa discussione.

- Di conseguenza, il discorso FS/DB (o DB/FS per par condicio e per non mettere uno prima dell'altro :mrgreen: ) nasce dall'idea di voler fare un plastico che possa esser coerente (per ambientazione, circolazione, ecc ecc) con le due ambientazioni/amministrazioni che so per certo essere quelle che per vari motivi presentano il maggior numero di modelli che vorrei aggiungere alla mia collezione e veder circolare.

- Poi certo, un domani non mi dispiacerebbe magari una PRR T1 americana, o una CC 6500 francese, piuttosto che una Re 4/4 svizzera, per puro sfizio personale, ma sarebbero comunque una manciata di modelli in mezzo alle decine di italiani e tedeschi.
Quindi italiani e tedeschi sarebbero la regola, mentre eventuali altri modelli sarebbero l'eccezione.

E quindi arriviamo al punto in cui mi sono detto che nell'eterna indecisione tra un plastico ambientato in Germania e uno i Italia, potevo pensare a unire in qualche modo le due cose, anche considerando che la percentuale di rotabili rischia di avvicinarsi al 50 e 50 tra tedeschi e italiani. Chiaro che se parlassimo di 90% italiani e 10% tedeschi (o viceversa) l'approccio alla questione sarebbe stato differente e più semplice.
Quindi come dicevo sopra, l'intento sarebbe realizzare qualcosa che sia coerente con i modelli che saranno sempre in numero superiore al resto. Poi da questa base, per le eccezioni concordo al 100% che subentra la fantasia e l'inventiva. Molto banalmente: tutto il plastico ambientato in epoca IV ma compare un rotabile di epoca II? Sarà un treno storico. Compare un rotabile di amministrazione non confinante? Nell'universo parallelo in cui vive il plastico c'è un Expo/Fiera mondiale e la nazione "x" ha mandato un suo rotabile da esporre, sulla falsariga dell'ETR 209 a New York. Sta passando un treno di un paese confinante ma non con il confine riprodotto nel plastico? C'è un problema importante sulla linea che percorre di solito e in via eccezionale il treno segue un percorso differente, solo per quel giorno... E così via, sono giusto i primi esempi che mi sono venuti in mente.

Coerenza e realismo sì, ma senza essere sempre eccessivamente fiscali se qua e là si vuole fare uno strappo alla regola :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Convivenza DB/FS - idee e suggerimenti cercasi.
MessaggioInviato: lunedì 24 giugno 2024, 14:34 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 gennaio 2020, 9:52
Messaggi: 40
Buon pomeriggio
Se posso vorrei dare la mia opinione in merito, ciò che hai scritto nel tuo ultimo post é la miglior soluzione per il tuo dilemma. L'ambientazione del proprio plastico é, secondo me, una cosa strettamente personale che spazia dal proprio gusto al materiale che si possiede o si vorrà acquistare. La mia personale esperienza é quella di un plastico con rotabili italiani in maggioranza ed una paesaggistica che , volendo, si potrebbe adattare anche a paesi confinanti. Detto ciò non faccio nessun problema a fare girare treni e composizioni che in Italia non passeranno mai. Se un giorno comprassi il BigBoy non dovrei farlo girare perché l'ambientazione non è USA?
Come dissi tempo fa ascolta tutti e poi fai di testa tua che sarà la miglior soluzione, non sono un integralista perché il fermodellismo é un divertimento é non un dogma.
Buon lavoro
Beppe


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 36 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Via Stazione 10, 35031 Abano Terme (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttore editoriale: Luigi Cantamessa - Amministratore unico: Aldo Baldi - Direttori responsabili: Pietro Fattori - Daniela Ottolitri.
Registro Operatori della Comunicazione n° 37957. Partita iva IT 05448560283 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice Srl