Oggi è lunedì 16 maggio 2022, 9:01

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 12:32 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4517
Località: Pistoia
100 fili cosa vuoi che siano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 14:44 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
100 in un solo modulo. Se pensi che di moduli ne ho 16... e non ho ancora iniziato i cablaggi dell'illuminazione.
:?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 22:22 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 5168
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Solo 100?
Ma come fai a farlo funzionare? :lol: :lol: :lol:

Ma tanto in digitale con due fili si fa tutto! :lol: :lol: :lol:

Peccato che ogni scambio polarizzato e con segnali di stato abbia sempre almeno 8/9 fili! :P
Peccato che ogni tratto sezionato con riconoscimento treno abbia almeno 4 fili! :P
Peccato che ... i cablaggi elettrici non li vendano al supermercato! :P

Cosa vuo che siano 100 fili, io ero abituato a 10000 più tutto il resto :mrgreen:
Che però collegava qualcun'altro :oops: :mrgreen:
Ma nel mio plastico metto le mani solo io! :mrgreen: Basta far divertire solo gli altri! :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 9:47 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
marco_58 ha scritto:
Solo 100?
Ma come fai a farlo funzionare? :lol: :lol: :lol:

Ma tanto in digitale con due fili si fa tutto! :lol: :lol: :lol:

Peccato che ogni scambio polarizzato e con segnali di stato abbia sempre almeno 8/9 fili! :P
Peccato che ogni tratto sezionato con riconoscimento treno abbia almeno 4 fili! :P
Peccato che ... i cablaggi elettrici non li vendano al supermercato! :P

Cosa vuo che siano 100 fili, io ero abituato a 10000 più tutto il resto :mrgreen:
Che però collegava qualcun'altro :oops: :mrgreen:
Ma nel mio plastico metto le mani solo io! :mrgreen: Basta far divertire solo gli altri! :lol: :lol: :lol:


Ho detto 100, ma non ne sono convinto, non li ho mai contati. :lol:
Però rispetto ai tuoi conti io aumento un po' le dosi. Ogni tratto sezionato sono almeno 6 fili, se poi non aumento le sezioni per ogni blocco.

Il DCC è fantastico, ultra realistico, anche nella sua realizzazione. Sì i due fili bastano se giochi sul pavimento buttando giù un po' di binari ogni tanto, ma se vuoi realizzare un plastico serio, con sensori e tutto, allora come nella realtà i fili aumentano.
Ma vuoi mettere???? Macchinista, manovratore, capostazione e Dirigente Movimento. Puoi fare tutto quello che vuoi.
:D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 21:44 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 5168
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Detto spudoratamente, nel plastico, come nell'automazione industriale, passare da elettromeccanico/analogico a digitale i fili da cablare icampo e nel plastico in realtà quasi raddoppiano. Ovviamente però le possibilità e le modalità di comando aumentano in modo esponenziale, che sfruttarle tutte è di fatto impossibile.

Certo se si fa l'ovale con raddoppio o ci si accontenta del "classico basta che funzioni" due fili bastano, con quale risultato poi ... lo leggiamo sui forum :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: lunedì 17 maggio 2021, 9:45 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Sicuramente di fili ne dovrò stendere ancora, mancano i segnali bassi e l'illuminazione di strade ed edifici. Però per ora sospendo i cablaggi per iniziare un po' di paesaggio e verificare che tutti i binari siano correttamente posati.
Ecco un paio di scatti che illustrano i lavori.
Installazione del piano di carico e posa della pavimentazione del piazzale per il carico/scarico delle merci.
Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: giovedì 1 luglio 2021, 11:25 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
E sono ancora qui!
Eh sì, eh già...
cantava Vasco Rossi.

Sono ancora qui a tirar fili, fare saldature, collegare sensori.
Ho ripreso il modulo 1, quello della rimessa locomotive, per completare tutti i cablaggi e sistemare quello che manca per poi rimetterlo in posizione.
Su questo modulo ci sono solo due deviatoi, ma uno dei due è abbastanza complicato. Infatti si tratta di un 3 vie, quindi con 3 cuori da polarizzare.

Allegato:
Commento file: Polarizzazione scambio PECO 3 vie
peco_slE99.jpg
peco_slE99.jpg [ 117.57 KiB | Osservato 5596 volte ]

Ho trovato utile questa immagine, presa da https://www.rmweb.co.uk/community/, per capire come cablare il tutto.

Intanto una new entry nel parco locomotive, sempre di proprietà di una Impresa Ferroviaria locale, in questo caso le Ferrovie Udine Cividale (FUC)
Immagine
E' arrivata ed è subito stata messa alla prova, la DE520.001, derivata dalle loco ceche D.753 acquistate anni fa dalla FUC e da altre IF italiane.

La recensione del modello la trovate sul mio blog.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2021, 12:05 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Procedono i lavori sul plastico. Il secondo modulo del livello 0 è quasi completo. Tutti i binari e i deviatoi sono stati posizionati, collegati, elettrificati e testati.
Ho iniziato a realizzare i rilievi posti oltre la ferrovia, quelli che faranno da quinta ai treni in ingresso in stazione.
I materiali utilizzati sono di semplice reperibilità: pannelli isolanti in polistirene estruso, gesso, colla vinilica.
Per i muri di contenimento ho utilizzato il classico forex inciso e dipinto con colori acrilici, lastre Auhaghen incise ad imitazione dei mattoni.
Immagine

Una volta tagliato il polistirene con il filo a caldo, ho incollato i vari strati, uno sull'altro, con della colla vinilica, fermando il tutto con dei pesi fino ad incollaggio completo.
Il terreno è stato modellato con del gesso scagliola dipinto a tempera.
Prima di incollare la vegetazione ho steso uno strato di terra finissima. Più realistico di così.
Infine ho incollato delle fibre, usando il dosatore elettrostatico.

Immagine

I dettagli dei lavori, come sempre sul mio blog: [url]https:\\marco1016.blogspot.com[/url]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: lunedì 22 novembre 2021, 9:57 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Giornata di lavori qui a NordEst.
Ha riaperto la falegnameria per realizzare il telaio del modulo M3.
Immagine

in questo modulo troveranno posto, oltre alla stazione principale al livello 0, le due linee OBB ed RFI che collegano la stazione principale alle stazioni nascoste.

Oltre a questo ho completato alcuni interventi sul modulo M1 (quello con il DL) per sistemare alcuni problemi riscontrati nella fase di test e completare i collegamenti elettrici degli impianti di illuminazione dei piazzali e degli edifici.
Immagine

Per concludere, un veloce test con un simulacro di carta, di quella che sarà la rimessa locomotive grande.
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: martedì 23 novembre 2021, 10:01 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 491
Quest'ultima foto appare molto interessante, e con scena di bell'aspetto.
Quando hai un attimo, ci delizi con altre immagini del complessivo?
Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: martedì 23 novembre 2021, 16:33 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Grazie DOZ.
Posterei volentieri le foto del complessivo, ma quello che vedi è l'unica parte con paesaggio al momento pronta.
Il resto lo vedi qui:
Immagine
clicca per vedere l'immagine

Sto procedendo a piccoli passi, cercando di completare il più possibile ogni modulo. Comprese le parti tecniche, quindi sensori, decoder servo e segnali, illuminazione. Soprattutto questi due che poi saranno difficilmente raggiungibili.
Avevo pensato di installare un sistema che mi permettesse di lavorare dall'alto, ma la cosa si complica e preferisco dedicarmi al plastico che già è lungo da finire.

Tutta la storia di questo e dei due lavori precedenti è riportata sul mio blog: https://marco1016.blogspot.com/
Visitatelo e ditemi cosa ne pensate.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: martedì 7 dicembre 2021, 9:11 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Ho deciso di rimettere al loro posto i due moduli. Spero non sia stata una decisione prematura, in teoria tutte le parti più complesse sono state realizzate.
Immagine

Manca la sistemazione della giuntura tra i due moduli, devo incollare la massicciata e sistemare canalette e raccordi di quota.
Ma ho potuto testare la circolabilità dei primi convogli.
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: lunedì 10 gennaio 2022, 9:40 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Anno nuovo, modulo nuovo. Il periodo di vacanza, come spesso accade, porta novità sul plastico.
In questo caso la novità è la realizzazione del più piccolo, ma anche ricco, dei moduli.
Il numero 8, che rappresenta la zona a sud della stazione principale, con due ponti e gli imbocchi delle due gallerie a singolo e doppio binario.
Partendo dal classico telaio in compensato, sono passato ad installare le basi dei binari, sempre realizzate in compensato da 10mm.
Immagine

Ho realizzato subito il fondo del torrente, attraversato dai due ponti ferroviari:
Immagine

Di particolare impegno, la realizzazione dei due portali di galleria, per le linee a binario unico e a doppio binario.
Sono realizzati in forex inciso con un punteruolo.
Le pietre di coronamento del portale della linea a binario unico, sono realizzate in DAS, inciso e irruvidito con sabbia finissima.
Immagine

Qui i due portali dipinti ed invecchiati
Immagine

e il primo treno in transito sulla linea secondaria
Immagine

Per chi volesse saperne di più, seguitemi sul mio blog: https://marco1016.blogspot.com/index.html


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: lunedì 21 febbraio 2022, 15:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 13:12
Messaggi: 329
Località: Martignacco UD
Oggi vi porto all'estremo opposto della stanza, che in scala 1:1 sono 5 metri, mentre in scala 1:87 è quasi mezzo km.
In questo angolo sta salendo la struttura che sosterrà la piccola stazione di Bagni.
Liberamente ispirata alla stazione di Bagni di Lusnizza sulla veccchia ferrovia Pontebbana, costruita quando ancora questo lembo di terra era parte dell'Impero Austro Ungarico e la ferrovia fino a Pontafel (oggi Pontebba) faceva parte della ferrovia meridionale costruita per collegare l'Austria a Venezia.
Il punto in cui sorgerà la piccola fermata è il più lontano dal bordo del plastico, quindi deve essere costruito prima di procedere con la posa dei binari della stazione principale.

Immagine

Nell'immagine il piano di compensato appoggiato sopra alla struttura del modulo d'angolo.

La fermata avrà due binari serviti da marciapiede, lunghi circa 2000mm, adatti ad ospitare treni fino a 6 vetture più la locomotiva. In realtà solo i treni facenti capolinea qui potranno raggiungere questa composizione. Quelli che proseguiranno oltre verso il binario fantasma, potranno avere lunghezza massima di 1400mm, quindi 4 vetture più loco o elettrotreni da massimo 4 o 5 elementi.

In uno scatto preso da qualche passo più a valle, ecco i 4 livelli che compongono il plastico:
Immagine

Dal basso:
Livello -2 stazione nascosta Italia
Livello -1 stazione nascosta Austria
Livello 0 (sulla sinistra) stazione principale
livello +1 (nell'angolo) stazione di Bagni e linea secondaria


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico Confine Italia Austria
MessaggioInviato: martedì 8 marzo 2022, 8:11 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 19:33
Messaggi: 315
Località: Vercelli
Complimenti sta crescendo davvero bene, seguo con interesse, un saluto!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice