Oggi è giovedì 6 maggio 2021, 22:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 16:25 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1885
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Ritorniamo a parlare di dimensioni parallele e misteri della quantistica con questa notizia che, a prima vista, sembra molto simile a quelle di tanti giornali scandalistici americani, in cui c'è sempre qualcuno che dichiara di aver visto Elvis vivo, oppure di essere stato molestato da qualche alieno libidinoso.
Ma questa volta siamo nella nostra bella, soleggiata Italia, e pare che un mistero c'è per davvero, dietro alla misteriosa scomparsa di un treno sugli appennini.

Sul settimanale “Stop” n. 2249 dell’ ottobre 1991, compariva un articolo dove il giornalista Andrea Bedetti riferiva delle dichiarazioni rilasciate da M. Ferrante e A. Lissoni, due ricercatori di misteri, e fatte durante la trasmissione televisiva condotta da Paola Protasi e dal titolo “Buongiorno Piemonte”, che andava in onda su Tele Torino GRP.
Ebbene, in tale trasmissione si affermava che un treno delle Ferrovie dello Stato, costituito da 43 vagoni, era letteralmente scomparso durante il suo tragitto all’interno della galleria del tratto ferroviario Firenze-Bologna.
Su quel convoglio c’erano solo tre macchinisti, di cui poi si sarebbero perse qualsiasi traccie.
Questo evento sbalorditivo sarebbe accaduto nel mese di marzo del 1991, ma nessun quotidiano, radio o TV ne avrebbe mai parlato.
In seguito tali fatti enigmatici sarebbero stati ripresi e resi di dominio pubblico da una rivista polacca e dal periodico “Il Globo Rivista” anno XXXIII, n. 44, di lunedì 18 novembre 1991, che si pubblica in Australia per gli italiani lì residenti.
Questi articoli aggiungevano altri interessanti particolari, come i nominativi dei tre macchinisti, tali Mario Franchini, Gerardo Massari e Umberto Bossetti; e le testimonianze di alcune persone che videro effettivamente entrare tale convoglio merci nella galleria ma che poi nessuno lo ha più visto uscire dall’altra parte della galleria.
(la galleria, è bene ricordarlo, è lungo ben 18.507 metri).

:shock: :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 16:52 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 21:34
Messaggi: 1021
Località: Veneto
Beh, è semplice. Circa a metà della galleria c'era la stazione Precedenze collegata all'esterno con due tunnel. Avranno girato per errore un deviatoio e il treno avrà imboccato il tunnel che porta all'esterno.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 17:41 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 643
Il filone dei treni fantasma è anche meglio di quello dei passaggi a livello assassini. Taurus for President forever.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 17:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 536
La stazione di precedenze è collegata all'esterno solo da discenderie con scale, ove possono passare solo persone a piedi ma non un treno!!!!
Un treno potrebbe essere stato ricoverato sul binario di precedenza ed essere rimasto lì per molte ore o al massimo (ma non credo) per qualche giorno, ma poi chi vede entrare un treno in una galleria, come fa a vederlo anche uscire?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 18:12 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 643
Una volta ho parcheggiato la bicicletta senza il lucchetto..beh è sparita.Però i giornali non ne hanno parlato. Dev'essere perchè è piu' piccola di un treno :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 19:03 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 205
TENDA PASS ha scritto:
ma poi chi vede entrare un treno in una galleria, come fa a vederlo anche uscire?


Magari era qualcuno con un collo "lungo ben 18.507 metri" che ha dato una sbirciata dall'altro lato :lol: oppure un alieno :lol:
Ma anche parlassimo di più persone e terrestri senza superpoteri, mi pare comunque difficile che ci sia Mario che sta tutto il giorno a vedere i treni che entrano in galleria da un lato e poi Pino che sta dal lato opposto a vedere se escono... Magari ad ogni treno entrato nella galleria Mario telefonava a Pino dicendogli "ho visto un treno entrare in galleria, è uscito?" :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E DUE.............
MessaggioInviato: mercoledì 23 settembre 2020, 21:27 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 643
Mi viene in mente la bellissima scena del film Il ragazzo di campagna, in cui Pozzetto e i suoi amici correvano con le sedie a vedere il treno che passava e Pozzetto esclamava: "eeh il treno è sempre il treno.."


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice